Venerdì 21 Aprile 2017 ore 20.30

IL CARTELLONE


In diretta dal Parco della Musica, Roma

ACCADEMIA NAZIONALE DI SANTA CECILIA

Stagione Sinfonica 2016 - 2017

 


Orchestra e Coro dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia

direttore Juraj Valčuha

pianoforte Evgeni Bozhanov

 

 


Debutto romano per Evgeni Bozhanov, pianista bulgaro da quasi un decennio presente nelle stagioni concertistiche di tutto il mondo, vincitore di numerosi Premi come lo “Sviatoslav Richter” di Mosca, il “Queen Elisabeth” di Bruxelles, il noto “Van Cliburn” texano e di un discusso quarto posto nel Concorso Chopin di Varsavia del 2010.
A una personalità così spumeggiante ben si addice il Concerto n. 3 per pianoforte e orchestra di Ludwig van Beethoven, un brano in cui il pianoforte dialoga vigorosamente con l’orchestra, facendo sfoggio di elementi nuovi per il pubblico viennese del tempo, come l’uso del pedale, ottave e arpeggi: una tecnica strumentale che valorizza il suono e pone il timbro tra gli elementi portanti del concerto.

Fanno da cornice a tanta vitalità il Canto Elegiaco di Beethoven e il Concerto per orchestra di Bartók. Sul podio a dirigere l’Orchestra e il Coro di Santa Cecilia Juraj Valčuha, fino al 2016 direttore dell’Orc
hestra Sinfonica della RAI e attuale Direttore Principale dell’Orchestra e Coro del Teatro San Carlo di Napoli.  

 

Ludwig van Beethoven 

Canto Elegiaco op. 118

 

Ludwig van Beethoven 

Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 in do minore op. 37 

- Allegro con brio

- Largo

- Rondò allegro

 

Béla Bartók 

Concerto per orchestra

- Introduzione: Andante non troppo. Allegro vivace

- Giuoco delle coppie: Allegretto scherzando

- Elegia: Andante non troppo

- Intermezzo interrotto: Allegretto

- Finale: Pesante

 

 

 


Indietro
CERCA NELL'ARCHIVIO

Frase esatta