RADIO3MONDO

Egitto: una generazione schiacciata dal potere

  • Andato in onda:29/09/2016
  • Visualizzazioni:

      Lo scrittore e blogger Ahmed Nagi, simbolo della rivoluzione di Piazza Tahrir, condannato a due anni di carcere per “oltraggio al pudore” è uno degli esempi di come venga esercitata la violenza sul mondo della cultura. “Vita: istruzioni per l’uso” (“Istikhdam al Hayat” ), viene pubblicato in Egitto nel 2014, e l’autore del libro si guadagna l’accusa di offesa alla morale pubblica e va a processo. Dopo un primo proscioglimento dalle accuse, nel marzo del 2016 Nagi viene trovato colpevole e condannato a due anni dal Tribunale penale di Bulaq. Nonostante il sostegno internazionale, le pressioni da parte della comunità intellettuale egiziana, la consegna del Premio PEN/Barbey Freedom to Write, Ahmed Nagi, giovane autore e intellettuale egiziano, si trova ancora in carcere.

      In apertura l'Ungheria contro la UE. Il grande giorno si avvicina, mancano pochi giorni al referendum ungherese anti-migranti. Gli elettori magiari saranno chiamati alle urne il 2 ottobre per rispondere a una domanda con scarse vie d'uscita: "vorresti che l’Unione Europea, anche senza consultare il Parlamento, approvi che cittadini non-ungheresi si stabiliscano in Ungheria?". La propensione del popolo magiaro sembra già scritta, secondo alcune agenzie infatti, il No trionferebbe con l'80% dei voti.

      Ma quali sono le reazioni in Europa? E quali le possibili conseguenze di un referendum così importante?

      Giovedì 29 settembre alle 11.00 Azzurra Meringolo ne parla con Eleonora Poli, ricercatrice dello IAI, e con Ayman al Zorqani, illustratore del libro di Ahmed Nagi, “Vita: istruzioni per l’uso” pubblicato dal Sirente e patrocinato da Amnesty Italia.

      E ancora: le radio per i rifugiati raccontate in diretta da Lampedusa dove si sta svolgendo il @PrixItalia da Andrea Borgnino 

      Commenti

      Riduci