Logo Rai3

Aspettando la fase finale

Puntate integrali

MARIA ISABELLA PIANA

"Gli amori di Loredana Bertè"

Vivere tutta la vita bruciando, uomini, parole, affetti, rischiando di bruciare anche tu ogni momento.

Vivere tutta la vita al massimo, urlando le tue canzoni, osando oscenità e follie. Una vita vissuta fra donne, senza un padre che ti abbia dato regole e valori, senza un figlio a cui dare affetto e tenerezza. Gli uomini della tua vita sono stati meteore che ti hanno attraversato con l'impeto della passione o con la delicatezza di un’amicizia. Chissà cosa avresti voluto da loro, forse un porto in cui rifugiarti, un’ancora a cui aggrapparti nei momenti in cui il tuo demone ti gridava dentro, facendoti esporre al mondo senza filtri, senza protezioni.

Cosa speravi di ottenere da un rampollo ricco e viziato che viveva l'amore come una fasta in piscina e non trovava il tempo di farti una carezza? Cosa speravi ancora da un campione sportivo, che tu credevi sano nel corpo e nell’anima? Fosti proprio tu, la ragazza cattiva, a salvarlo da un suicidio. Salvo poi a pagare questa dedizione e questo dolore con una mancanza di voglia di vivere, assurda per te, che hai sempre morso la vita come un’affamata. Due volte hai tentato, e due volte il matrimonio e con esso il desiderio di formare una famiglia ti è sfuggito fra le mani. Eppure tu venivi da una famiglia sgarrupata, come dicesti una volta. Non hai potuto creare quello che non avevi mai conosciuto, la serenità di una vita normale. Ma tu forse non lo volevi nemmeno.