Social, verde e connessa. La scuola de futuro disegnata dagli studenti

Social, verde e connessa. La scuola de futuro disegnata dagli studentiLe idee per le nuove scuole arriveranno anche dagli studenti. Sono stati loro ad immaginare come dovrebbero essere gli istituti del futuro in due giorni di progettazione che si sono tenuti al MIUR e si sono conclusi con la proclamazione dei primi tre vincitori. Le loro idee hanno alta probabilità di entrare nella progettazione della scuola di domani. E' il primo Hackathon sull'edilizia scolastica organizzato dal ministero in collaborazione con l'INDIRE e coinvolge gli studenti delle scuole beneficiarie del finanziamento #ScuoleInnovative, il bando per la costruzione di 52 nuovi istituti scolastici sostenibili. 
In realtà le competizioni sono state due. Le scuole del primo ciclo sono state impegnate nelle loro sedi a elaborare proposte sulla loro idea di scuola innovativa. Ogni istituto ha scelto i due elaborati migliori fra disegni, temi, racconti, fotografie, videoclip e qualsiasi altra modalità. Le migliori 5 proposte riceveranno un premio di 35.000 euro, che sarà destinato alla relizzazione di laboratori all'interno della nuova scuola.
Per quanto riguarda il secondo ciclo d'istruzione, ogni scuola ha invato all'Hackathon di Roma quattro studenti che sono stati suddivisi in gruppi di lavoro misti, composti da ragazzi di scuole diverse. Ai gruppi è stata assegnata una "sfida progettuale" sul tema dell'edilizia scolastica innovativa: dall'ideazione di nuovi spazi comuni di apprendimento (laboratori, palestre, bacheche, atrii, cortile, auditorium) all'individuazione delle nuove dotazioni per le scuole de futuro.
Al termine delle attività di co-progettazione, ogni gruppo ha presentato la propria proposta ad una Commissione di valutazione che ha scelto il gruppo di lavoro vincitore. [...]
"Idee chiare e originali, progetti definti e precisi - ha commentato il sottosegretario Davide Faranone - sono rimasto impressionato dalla capacità di visione oltre le cose dei ragazzi e dalla loro voglia di collaborare tutti insieme".

approfondimenti alle pagine 4/5 de La Stampa del 2 giugno 2016

Rai.it

Siti Rai online: 847