radio 3 logo verde su bianco








Salita Gissing

Paola


Mauro Francesco Minervino, antropologo e scrittore, ci fa conoscere alcuni aspetti letterari e paesaggistici di un paese noto soprattutto per il Santo protettore dei marinai venerato in tutto il mondo: San Francesco da Paola.

Ci sono anche altri motivi di interesse per visitare questo luogo, infatti qui ha inizio virtualmente l’avventuroso viaggio in Calabria di fine ottocento del celebre scrittore britannico George Gissing immortalato nelle pagine del suo “Sulle Rive dello Jonio”.

Ma anche altri scrittori hanno ambientato a Paola le loro storie; ricordiamo per esempio Leonardo Sciascia con “Il mare del colore del vino”:

“Il treno entrava nella stazione di Paola: e appena spento lo stridio dei freni si accesero le grida – fragole, fragole – che il professor Miccichè aspettava con seicento lire in mano: un bicchiere di fragole per ciascuno, compreso l’ingegnere.

I bambini si svegliarono: ancora con gli occhi chiusi tesero le mani verso le fragole.”

Lasciamoci il mare e la stazione alle spalle e saliamo verso il paese di Paola percorriamo una scalinata: una ripida salita, che prende il nome dello scrittore Gissing; salendo raggiungiamo poi una porta detta “la guardiola” che funzionava nel passato anche come dogana costruita nel 1500 come il resto della struttura caratterizzata da diversi archi di varie dimensioni.

Dalla cima della scalinata si gode di un fantastico panorama che spazia sul Tirreno.