GazzetTinto

[an error occurred while processing this directive]

Pancakes di patate con robiola e salmone vs Malfatti di cavolo nero e cicoria

Master Blog

    » Segnala ad un amico

    Tipologia: Primi Piatti

    Ingredienti:

    Procedimento:
    Pancakes di patate con robiola e salmone

    Ingredienti:
    Per i pancakes:150 g di patate lesse10 g di burro 1 uovo 100 ml di latte 1 pizzico di bicarbonato farina q.b. sale e pepe bianco
    Per il condimento:3 fettine di salmone affumicato 125 g di robiola erba cipollina olio extravergine di oliva sale e pepe bianco

    Procedimento:
    Schiacciare le patate fino ad ottenere una purea. Metterle in una casseruola, a fuoco lento, il burro morbido e le patate. Mescolare per bene e aggiungere il latte a filo. Salare e pepare. Mescolare fino ad avere una crema omogenea e senza grumi. Togliere dal fuoco e aggiungervi l'uovo. Amalgamare. Se troppo liquido aggiungere la farina. Infine aggiungere un pizzico di bicarbonato.Scaldare una padella antiaderente e versarvi un po' della pastella ottenuta.Cuocere i pancakes da entrambi i lati. (saranno cotti quando si formeranno delle bollicine in superficie). Disporli sul piatto da portata creando una torretta di 3 pancakes. Con un cucchiaio mescolare la robiola con sale, pepe bianco ed erba cipollina tagliata a rondelline. Disporre una quenelle di robiola sulla torretta e adagiarvi accanto una fettina di salmone. Terminare con un filo di olio extravergine di oliva.

    Malfatti di cavolo nero e cicoria

    Ingredienti:100 g di cavolo nero lessato 50 g di cicoria lessata 1 spicchio di aglio 150 g di ricotta di pecora ½ uovo sbattuto 2 cucchiai di pecorino di Pienza semi stagionato noce moscata farina olio extravergine di oliva sale
    Per il condimento:40 g di burro foglie di salvia pecorino di Pienza q.b. pepe nero

    Procedimento:
    Tagliare finemente al coltello il cavolo nero e la cicoria e saltarli in padella per qualche secondo con un filo d’olio e uno spicchio di aglio. Far freddare un po’ e unirvi la ricotta, il pecorino, il mezzo uovo sbattuto. Amalgamare il tutto. Aggiungere una macinata di noce moscata e regolare di sale. Infarinando le mani, formare delle palline ( grandi più o meno come una nocciola ) e cuocerle in acqua bollente, salata, finché non torneranno a galla. Friggere delle foglie di salvia in un padellino con il burro fuso. Con l’aiuto di una schiumarola scolare i malfatti e condirli con il burro fuso e la salvia ormai croccante. Impiattare con una spolverata di pecorino e di pepe nero.