Logo Rai3

In evidenza

Pane di farro ai semi di lino

Dose: 6 persone
Cottura:
40'
Calorie:
194 per 100 g

Ingredienti:
350 g farina integrale di farro,
200 g farina di grano duro,
320 g acqua,
100 g di lievito naturale (pasta acida), 
30 g semi di lino,
8 g sale           

Preparazione del lievito.                                 
Ingredienti: 50 g farina, 40 g acqua, una bustina di lievito madre secco.
Impastare bene gli ingredienti fino a ottenere un impasto morbido. Importante usare acqua di buona qualità, poco mineralizzata. Formare una pallina, metterla in un recipiente coperta di farina, coprire con un panno di cotone e lasciar riposare 12 ore a temperatura ambiente (temperatura tra i 20/24° C). Se avete difficoltà a trovare il lievito madre secco, procuratevi un panetto di lievito naturale presso una panetteria o una pasticceria.

Panificazione.
1° impasto
In una bacinella mettete al centro i 100 g di lievito madre, copriteli con 160 g acqua tiepida e fatela sciogliere aiutandovi con un cucchiaio di legno. Versate 225 g delle farine miscelate, un po’ alla volta mescolando con un cucchiaio di legno. Formate un impasto e lavoratelo delicatamente sulla spianatoia per 10 minuti. Dovrà risultare elastico e non si dovrà più attaccare alle dita. Coprire la pasta con un canovaccio infarinato, e mettete il recipiente avvolto in panni di lana in un luogo caldo e riparato da correnti d’aria. Per una buona lievitazione la temperatura ambiente deve essere circa 25 gradi (i tempi di lievitazione vanno allungati se la temperatura è inferiore).
2° impasto.
Dopo cinque ore impastate gli altri 550 g di farina con i 320 g rimanenti di acqua nella quale avrete sciolto il sale. Unite questo impasto a quello lievitato e lavorate bene per altri 10 minuti. Suddividete in due pezzature da 1/2 kg. Adagiate ciascun panetto su una teglia ricoperta di carta forno oppure su uno stampino  leggermente oliato che verrà riempito per 2/3 della sua altezza. Fate delle incisioni con un coltellino sulle forme di pane, che lo aiuteranno a lievitare meglio e lo renderanno più piacevole a vedersi, Lasciar lievitare ancora 2 ore (nel caso usiate uno stampo, la cima dell’impasto deve arrivare fino alla sommità del contenitore).
Mettere in forno a 220°, dopo 10’ si abbassa a 190°. A piacere,  mettere sulla base del forno un padellino con un po' d'acqua, il vapore manterrà la crosta meno secca e aiuterà a ‘tenere su’ il pane. Cuocete altri 25 minuti. Sfornate e disponete i panetti appoggiati alla parete ad asciugare. Lasciate raffreddare completamente prima di consumarli.

Rai.it

Siti Rai online: 847