GazzetTinto

Carlo Cambi:la giusta spesa - mandarini, mandaranci e clementine

Carlo Cambi

    » Segnala ad un amico

    Cuoco: CARLO CAMBI
    Rubriche: Non solo Chef

    Ingredienti:

    Procedimento:
    Il mandarino è originario della Cina e del Laos. I primi esemplari sono stati portati in Sicilia dall’isola di Malta nel 1828.
    I ¾ della produzione dei mandarini consumati in Italia si coltivano in Sicilia e Calabria  e la raccolta va da dicembre a gennaio;
    I mandarini contengono vitamina C e contribuiscono a rinforzare le difese naturali dell'organismo; hanno inoltre proprietà lassative, mineralizzanti, toniche e leggermente sedative. I mandarini, inoltre, essendo molto ricchi di zuccheri, sono un frutto abbastanza calorico.
    I mandarini però, sono stati in parte soppiantati dai mandaranci, e clementine soprattutto perché hanno la particolarità di non avere fastidiosi semini all’interno della polpa.

    Il mandarancio, subito dopo l'arancia, viene considerato il frutto invernale più prodotto e consumato in Italia, la sua consistenza ed  il suo sapore ibrido tra l'arancia ed il mandarino lo rende un prodotto particolarmente amato che, appartenendo alla categoria degli agrumi, risulta particolarmente benefico per la salute, viste le sue caratteristiche nutrizionali. Ricco di fibre e di antiossidanti, il mandarancio, oltre ad essere un frutto dissetante, è in grado di migliorare la digestione, rafforzare il sistema immunitario e regolarizzare l'intestino. Risulta essere inoltre un importante antibatterico, tanto che il suo consumo viene consigliato a livello quotidiano, ma soprattutto durante periodi di salute precaria.

    Incrocio tra arancio amaro e mandarino, le Clementine provengono forse dall’Algeria (secondo una delle ipotesi più accreditate, il loro nome richiamerebbe quello di Padre Clément Rodier di Misserghin, nel cui orto sarebbero state rinvenute).
    Coltivate in Italia sin dagli anni ’30, hanno trovato uno dei loro habitat ideali in Calabria. Le aree di maggiore produzione sono concentrate nelle zone di pianura esistenti nella regione e sono: la Piana di Sibari e Corigliano nel cosentino, la Piana di Lamezia nel catanzarese, la Piana di Gioia Tauro-Rosarno e la Locride nel reggino. Per l’elevato contenuto di vitamina C, bastano un paio di frutti al giorno per coprire il fabbisogno giornaliero di una persona adulta.
    Le clementine sono anche ricche di minerali tra cui il potassio, indispensabile per regolare il tenore di acqua nei tessuti assicurando così un buon funzionamento del cuore.