Notiziario CCISS del giorno 19/10/2017 ore 12:30

Ascolta la diretta

Contatta Isoradio
via sms 348 / 103.10.10
I vostri messaggi
VISUALIZZA GLI ALTRI SMS

Meteo Mobilità


Isoradio riceve e distribuisce le previsioni sull'andamento meteorologico per le esigenze di chi si sta muovendo e può solo ascoltare. Vai alla pagina delle previsioni

INFOTRAFFICO

Collaborazioni CCISS Aiscat Polizia di Stato Autostrade Arma dei Carabinieri ANASACI

Traffic Message Channel


Il Traffic Message Channel (TMC) è un servizio dati che viene trasmesso "paralellamente" all'audio, sfruttando il canale Radio Data System (RDS). Infatti l'RDS offre moltissime altre funzioni, oltre quella banale di far leggere il nome dell'emittente sul display della radio. Il TMC contiene tutte le notizie sul traffico rese disponibili dal CCISS (Centro Coordinamento Informazioni Sicurezza Stradale) e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Chi dispone di un autonavigatore che fornisce le informazioni in tempo reale sfrutta appieno il servizio RDS-TMC poiché l'autonavigatore usa una piccola radio FM per riceverle. La distribuzione del servizio RDS-TMC della RAI è totalmente gratuita essendo la RAI il Broadcaster Pubblico.
Leggi tutto
Scarica l'Applicazione Radio Rai
[an error occurred while processing this directive]

Tullio De Piscopo in diretta a Isoradio

Tullio presenta il suo nuovo triplo album ” 50. Musica senza padrone” con cui festeggia cinquanta anni di carriera.

Martedì 17 novembre tra le 16 e le 17 è stato nostro ospite Tullio De Piscopo. Lo intervista  in diretta Davide Santirocchi.

Tullio presenta il suo nuovo triplo album ” 50. Musica senza padrone” con cui festeggia cinquanta anni di carriera.

Il cofanetto raccoglie la “summa” della produzione di Tullio De Piscopo, che con il suo stile unico è riuscito a portare la batteria, dall’ultima fila del palco al centro della scena, divenendo protagonista, icona riconoscibile e riconosciuta del panorama jazz e pop internazionale.

Quella di Tullio De Piscopo è una “Musica senza padrone”, frutto di scelte dettate da cuore e istinto, da uno spirito libero e ribelle, e soprattutto da una continua e profonda ricerca musicale perché “La musica è come un abito che ti cuci addosso e una volta cucito non puoi più disfartene. Quindi bisogna sceglierlo bene, soprattutto con il cuore, perché deve essere un ornamento per l’anima”, spiega l’artista.

Ognuna delle 56 tracce contenute nel triplo cd, racchiude l’anima di questo artista, il carattere, il cuore e l’ironia. Ognuna è un pezzo della sua vita, umana e artistica, che s’intreccia a doppio filo con la storia della musica italiana e internazionale, dagli anni 60 fino ai giorni nostri.

Dall’incontro con Fabrizio De André con “Volta la carta”, a Franco Battiato con “L’era del cinghiale bianco”, a Mina con “Il nostro caro angelo”, dal baule dei ricordi riemergono le prestigiose collaborazioni in cui il groove della batteria di De Piscopo ha fatto la differenza e dato spirito e impulso a produzioni diventate famosissime.

Proseguendo nella tracklist s’incontra la voce di Fausto Leali in “Libero”, l’armonica di Edoardo Bennato in “A cuoppo Cupo”, il clarinetto di Lucio Dalla in “NAMINA”. E ancora brani come “Gay Cavalier” (Richie Havens), “Nave ‘e Guerra”, e il successo internazionale “Stop Bajonche legano indissolubilmente De Piscopo e Pino Daniele.

All’amico di sempre, Tullio dedica anche il brano ineditoDestino e speranza” con il featuring di James Senese, un discreto e commosso ricordo di quello che lui definisce un fratello in blues: “Quell’indimenticabile sorriso latino, le emozioni, l’amore per la musica sono un patrimonio che resta vivo nei ricordi, nonostante lo scorrere del tempo. È l’essenza incancellabile che rimane anche in un momento così delicato per l’umanità, dove la sopravvivenza è all’ordine del giorno, l’egoismo impera, i social hanno invaso le vite di tutti noi”.

Si arriva così al secondo inedito contenuto nel disco, “Canto d’oriente”, con il featuring del rapper Rocco Hunt: due generazioni, due stili musicali, due voci, e un solo messaggio che parla a tutti affrontando i temi dell’emergenza dei popoli in fuga da terre provate da guerre e genocidi, e dell’integrazione etnica. Drammi che si consumano quotidianamente sotto gli occhi di un mondo troppo spesso indifferente; chiude la produzione 2015 il terzo inedito del disco “Funky Virus” con il featuring di Randy Brecker e Ada Rovatti.

Riprendendo il filo dei ricordi ecco “Gabbie”, sigla della storica trasmissione Rai Sereno Variabile: “L’abbiamo registrata suonando su un camion scoperchiato con cui giravamo per tutta Roma”, e ancora “Tutto lo stadio”, che ha accompagnato per 15 anni la Domenica Sprint di Rai 2.  

Altro tuffo nel passato con “Semplicità” - “il primo brano in cui ho usato la voce, la mia prima esperienza da cantante e non da strumentista” - fino alla mitica “Andamento Lento”. “Dovevamo andare a Sanremo e avevamo questo brano. Avevamo la musica ma non un testo”, racconta De Piscopo. “Dovevo arrivare da Roma a Ostia per raggiungere i miei amici, ma una volta salito su un taxi vidi che il traffico era paralizzato. In quel momento il tassista mi disse: “E che vuole, qui a Roma è tutto un andamento lento!”. “Lo pagai 400.000 lire per cambiare destinazione e portarmi a Napoli seguendo il litorale…Il mare era agitato e il movimento delle onde mi diede il là…Scivola, come un’onda libera….Ecco è così che è nata.”

Un posto importante spetta a “Comme si bella”, il brano che De Piscopo ha composto e dedicato al ricordo di sua madre Giuseppina: “È volata in cielo dieci minuti prima della mia esibizione al Festival di Sanremo del 2006. È stato un momento terribile che non ho potuto piangere, ma sono salito comunque sul palco per onorare il mio impegno”. “Poi è successa una cosa magica: dovevo registrare il brano “dimmi se c’è” e all’improvviso l’immagine di mia madre mi venne davanti agli occhi. Improvvisai tutto, musica e parole, come se le mie emozioni trovassero finalmente sfogo. Dietro ai vetri della regia mi guardavano e m’incitavano ad andare avanti. Una volta finito non riascoltai nulla, fino al giorno successivo. E a quel punto decisi di non cambiare niente”.

Ricordi, sentimenti, ma anche umorismo, tra le tracce dell’album c’è spazio anche per le risate. “Sono fatto così, non prendo mai troppo sul serio me stesso e la vita”. E così che tra le tante canzoni ci s’imbatte nella barzelletta che racconta con ironia la competizione nell’ambiente musicale napoletano.

Il cofanetto si chiude con l’intenso e appassionato cd 3, interamente dedicato ai brani strumentali. Brani toccanti come “Toledo”, con i suoni inconfondibili della chitarra di Pino Daniele, del sax soprano di Wayne Shorter e del basso di Alphonso Johnson; la celebre “Libertango”, frutto della collaborazione con Astor Piazzolla; e ancora l’intenso duetto di “Caravan” con Billy Cobham, il sound di ‘Rio One’, con come Gerry Mulligan ed Enrico Intra, e tanti altri ancora.  Infine “Assolo in Tour”, in cui la tecnica esecutiva e l’intensità espressiva di Tullio De Piscopo emergono in tutto il loro splendore.

Tullio presenterà il triplo cd con una serie di appuntamenti instore a la Feltrinelli: il 13 novembre a Milano (Piazza Piemonte, 2), il 16 novembre a Roma (Via Appia Nuova, 427), il 20 novembre a Napoli (P.zza Dei Martiri).

Inoltre, da fine novembre tornerà live con “Tullio De Piscopo & Friends – Ritmo e Passione”.

Sul palco con lui, anche Joe Amoruso e la Nuova Compagnia Di Canto Popolare, gruppo nato nel 1970 per diffondere gli autentici valori della tradizione del popolo campano. Un live unico, con l’energia che Tullio De Piscopo sprigiona in ogni sua performance e accende gli animi. Queste le prime date in calendario: 26 novembre Pietrasanta – LU (Teatro Comunale), 28 novembre Milano (Auditorium), 4 dicembre Ascoli Piceno (Teatro Basso), 9 dicembre Napoli (Auditorium Rai), 11 dicembre Cosenza (Teatro Rendano), 16 dicembre Catania (Teatro Metropolitan), 17 dicembre Palermo (Teatro Golden), 19 dicembre Bari (Teatro Palazzo), 30 dicembre Roma (Teatro Quirino), 4 gennaio Sorrento (Teatro Armida).



NOTE BIOGRAFICHE

Tullio De Piscopo (Napoli, 24 febbraio 1946), batterista, cantautore e percussionista, è tra i drummer italiani più noti e apprezzati anche a livello internazionale. Nato con il ritmo nel DNA - suo padre Giuseppe era percussionista nell'orchestra Scarlatti di Napoli, mentre suo fratello maggiore Romeo, scomparso a soli 20 anni, suonava la batteria nel gruppo del pianista Mario Romano - Tullio familiarizza sin da bambino con ogni tipo di percussione.

Negli anni 70 si trasferisce a Milano e in breve tempo si afferma tra i musicisti più richiesti della scena musicale. La sua carriera si contraddistingue per le numerose e prestigiose collaborazioni con grandi nomi sia del panorama internazionale come Gerry Mulligan, Billy Cobham, Astor Piazzolla, sia di quello italiano come Gaber, Mina,  Celentano, Dalla, Battiato, De Andrè.

Con Pino Daniele incide gli album “Vai mo’” e “Bella 'mbriana”, e lo accompagna in tour insieme Tony Esposito, James Senese, Rino Zurzolo e Joe Amoruso. Con loro torna a suonare, a distanza di quasi vent'anni, nel 2008.

Tullio De Piscopo è anche autore di colonne sonore, tra cui "Razza Selvaggia" di Pasquale Squitieri, "Mi manda Picone" di Nanni Loy, "Naso di cane" ancora di Squitieri e "32 dicembre" di Luciano De Crescenzo, e di sigle tv come “Gabbie” per Sereno Variabile e “Tutto lo stadio” per Domenica Sprint.

Come cantante ottiene grande successo con “Andamento lento” - brano con cui partecipa a Sanremo 1988 e che rimane in vetta a tutte le classifiche per ben sette mesi – “E allora e allora” (Sanremo 1989), “Stop Bajon” (rap composto da Pino Daniele nel 1983), “E fatto 'e sorde”, (1985), “Jastaò” (1990) e “Qui gatta ci cova” (Sanremo 1993). I suoi pezzi sono apprezzati per le sonorità jazz-pop, talvolta con venature africane, come in Radio Africa, incisa con Mory Kantè, che contiene anche un curioso campionamento di una celebre frase di Totò "Ammesso e non concesso". Nel 2010 esce il singolo di successo “Conga Milonga”, seguito dal doppio cd “Questa è la storia”. Contestualmente si dedica all’insegnamento e a tutt’oggi tiene lezioni di batteria presso la Nuova Accademia di Musica Moderna a Milano.

Quest’anno festeggia i 50 anni di carriera con l’uscita di “50. Musica senza padrone – 1965/2015”, triplo cd che raccoglie la summa della sua produzione artistica e che contiene 3 brani inediti. All’uscita del disco seguirà il tour “Tullio De Piscopo & Friends - Ritmo e Passione”, che lo vedrà protagonista sui palchi dei principali teatri del nostro paese.

Rai.it

Siti Rai online: 847