Carlo Cambi: la giusta spesa - i cardi Carlo Cambi Ingredienti: CARLO CAMBI Non solo Chef Procedimento: Il cardo è un ortaggio di origine Mediterranea tipico del periodo invernale. È chiamato anche carciofo selvatico; presenta, infatti, molte caratteristiche affini soprattutto nel sapore. A livello alimentare, del cardo si consumano i lunghi gambi, che possono raggiungere anche i 150 cm. Per questo motivo è spesso associato al sedano. I cardi possono essere sottoposti a un processo di imbiancamento, che consiste nel coltivare le piante al buio, o addirittura sotto terra, per renderle meno dure e amare. Esistono diverse varietà di cardo: anzitutto si distinguono i cardi selvatici da quelli coltivati. La preparazione dei cardi è molto lunga, sia per il tempo che si impiega a pulirli che per il lungo tempo di cottura. Alcune varietà sono consumate anche crude, in pinzimonio. Tra le ricette più comuni troviamo i cardi gratinati e i cardi fritti. In Piemonte i cardi si servono accompagnati con la celebre ricetta della Bagnacauda. Procedimento:
Il cardo è un ortaggio di origine Mediterranea tipico del periodo invernale. È chiamato anche carciofo selvatico; presenta, infatti, molte caratteristiche affini soprattutto nel sapore. A livello alimentare, del cardo si consumano i lunghi gambi, che possono raggiungere anche i 150 cm. Per questo motivo è spesso associato al sedano.
I cardi possono essere sottoposti a un processo di imbiancamento, che consiste nel coltivare le piante al buio, o addirittura sotto terra, per renderle meno dure e amare.

Esistono diverse varietà di cardo: anzitutto si distinguono i cardi selvatici da quelli coltivati.
La preparazione dei cardi è molto lunga, sia per il tempo che si impiega a pulirli che per il lungo tempo di cottura. Alcune varietà sono consumate anche crude, in pinzimonio. Tra le ricette più comuni troviamo i cardi gratinati e i cardi fritti. In Piemonte i cardi si servono accompagnati con la celebre ricetta della
Bagnacauda.

]]>