Radio3

Contenuti della pagina

da lunedì a venerdì alle 19.45

L'eleganza e la fatica. Il mestiere della danza

slcontent

di Rosaria Parretti

Si può intendere la danza come mestiere?

In questa serie di interviste si tenta di raccontare questa disciplina non tanto come arte tersicorea, ma come lavoro in sé, incontrando alcune figure professionali, docenti, coreografi, direttori di compagnie di ballo e fisioterapisti, che insieme ai ballerini compongono un universo in costante movimento, fatto di migranti della scena, individui sempre in cerca del luogo in cui apprendere, insegnare, esibirsi. La formazione faticosa, che comunque non basta per una carriera che deve fare i conti con il famigerato talento e con uno strumento di lavoro singolare, qual è appunto il proprio corpo. L’insegnamento, il rapporto con gli allievi e l’applicazione di un metodo che salvaguardi il più possibile il loro benessere psicofisico. La grande compagnia di balletto, come vi accede un ballerino e quante e quali possibilità di lavoro si hanno quando poi si passa “dall’altra parte del palcoscenico”. 

Puntata 1:

La Jaqueline Kennedy Onassis School è la scuola dell’American Ballet Theatre a New York, una delle compagnie di danza più prestigiose al mondo. Qui non solo si insegna ad allievi come diventare ottimi ballerini, ma si formano anche insegnanti. Raymond Lukens, direttore artistico del National Training Curriculum dell’American Ballet Theatre, e Franco De Vita, direttore artistico della scuola, sono a capo di questa organizzazione.

Puntata 2:

Le forme di danza che si possono incontrare in scena oggi fanno sempre riferimento a due scuole: quella del balletto classico e quella della danza moderna o contemporanea. Cristina Rizzo, danzatrice, performer e coreografa, è stata tra i fondatori della compagnia Kinkaleri. Ci spiega perché ha scelto la danza contemporanea. Come si insegna la danza contemporanea? Lawrence Rhodes è direttore artistico del dipartimento di danza alla Julliard School di New York., una scuola che forma danzatori che si orientano verso compagnie di danza contemporanea. Il danzatore contemporaneo spesso è anche coreografo. Si può insegnare a un allievo come creare una coreografia?

Puntata 3:

Giuseppe Depalo è un giovane ballerino. Al momento dell’intervista era nel corpo di ballo dell’Opera di Roma. Oggi è al Ballet du Capitole a Tolosa. Ci racconta del percorso, anche burocratico, necessaro per entrare nel corpo di ballo di un ente lirico e delle audizioni. Rosanna Seravalli ha lasciato l’Italia negli anni Sessanta appena sedicenne per studiare danza a New York, dove vive tutt’ora. Ha lavorato per più di dieci anni nella compagnia dell’American Ballet Theatre come solista. Ci racconta dei suoi primi giorni a New York, di come ha vinto l’audizione per la compagnia dell’American Ballet Theatre e di come ha deciso di restare negli Stati Uniti.

Puntata 4:

Un danzatore è un artista o un esecutore di passi? E il senso del teatro è un talento innato o si può insegnare? Paul Chalmer è stato primo ballerino al Balletto di Stoccarda e danseur ètoile del Balletto di Montecarlo. Ha danzato tutti i principali ruoli del repertorio classico maschile al fianco di alcune delle più grandi interpreti del balletto. Lasciata la carriera di ballerino, è diventato coreografo e maître de ballet, ed è stato per cinque anni direttore artistico della compagnia di ballo dell’Opera di Lipsia. Come cambia il rapporto con la danza quando si è dietro le quinte?

Puntata 5:

Il ballerino sulla scena si trova ad avere a che fare con alcuni elementi che in apparenza possono risultare estranei al movimento: luci, scene, costumi. Quali sono le caratteristiche principali che il costumista deve considerare nell’affrontare una produzione teatrale dove la libertà di movimento del corpo è essenziale? Giulia Bonaldi è scenografa e costumista e ha realizzato costumi per molti balletti. Il costante lavoro sul corpo può portare il fisico di un ballerino a subire stress e traumi. Silvia Frosali è un’osteopata che ha fra i suoi pazienti molti danzatori. Quali sono i più diffusi problemi fisici dei danzatori? Si puà parlare di malattie professionali?



immagine: Studio per Pathos, di Rita Pedullà

Credits

a cura di Fabiana Carobolante, Elisabetta Parisi, Daria Corrias e Lorenzo Pavolini

Il programma

Uno spazio nella sera di Radio3 dedicato all’audio documentario.

Percorsi sonori che raccontano la realtà di oggi e di ieri con il linguaggio della testimonianza diretta.

Tre Soldi su Facebook

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key