Radio3

Contenuti della pagina

da lunedì a venerdì alle 19.45

Chi fa la fila al posto tuo?

slcontent

Il primo codista italiano

di Marina Lalovic


Le due angosce principali degli Italiani sono trovare un lavoro e fare le code. Una persona è riuscita a conciliare entrambe le cose trasformandole in un vero business. Giovanni Cafaro, salernitano d’origine, milanese d’adozione, a giugno del 2013 rimane senza lavoro. Era direttore commerciale di un’azienda d’abbigliamento che chiude la propria sede italiana per trasferirla all’estero. Dopo diversi mesi di ricerca di lavoro e con più di 500 curricula spediti Giovanni è ancora disoccupato.

Durante una lunghissima fila alle poste gli viene l’idea: trasformare una delle pratiche più fastidiose, ovvero fare le code, in un lavoro vero e proprio.

“La tua coda allo sportello da oggi la prendo io”, diceva il primo volantino che pubblicizzava la nuova attività di Giovanni. Con i soldi della liquidazione stampa cinque mila volantini e li distribuisce negli uffici delle banche e delle poste di Milano. Il successo è quasi immediato. Cominciano a chiamarlo i cittadini, studi legali e tutti coloro che volevano risparmiare il tempo che altrimenti perderebbero in coda.

A distanza di sei mesi ci troviamo al worskshop per i codisti che Giovanni Cafaro ha organizzato a Milano, per capire come funziona questo mestiere inventato in tempo di crisi.

Credits

a cura di Elisabetta Parisi con Daria Corrias e Lorenzo Pavolini

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key