Radio3

Contenuti della pagina

da lunedì a venerdì alle 19.45

Marzabotto o Monte Sole? La storia di una valle 70 anni dopo la strage nazifascista

slcontent

di Francesco Frisari

Fra il 29 settembre e il 5 ottobre del 1944 le truppe naziste uccisero circa 800 persone, in gran parte donne e bambini, nei monti sopra i comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno, a pochi chilometri da Bologna. Il fronte si fermò su quelle valli per altri 7 mesi, con bombardamenti continui, anche con il napalm, viadotti ferroviari distrutti di giorno e ricostruiti di notte, finché Monte Sole cadde il 15 aprile.  Bologna fu liberata il 21, e Milano il 25.

Settant’anni dopo su quei monti, in quelle valli fra il fiume Reno e il torrente Setta, dopo l'annientamento della popolazione e dei luoghi, cosa c’è, cosa è rimasto, cosa è successo? Se tutti crinali degli appennini si sono andati sempre più svuotando, Monte Sole è praticamente deserto: visitandolo non si vede quasi niente. Quando il nome della strage fu legato a Marzabotto, dove c’è il sacrario con i morti, i più di cento luoghi dove furono uccise le persone - casolari, borghetti di montagna, piccole chiese - vennero dimenticati e abbandonati. Eppure in questo niente è successo qualcosa, anzi molte e diverse cose: l'arrivo della comunità dei monaci dossettiani, di un camping nudista, di un cimitero per gli animali, il tentativo di costruire campi da tennis,  le lotte e le confusioni della memoria. Alla fine degli anni  ’80 è stato costituito un parco storico-naturalistico, da dodici anni c’è la Scuola di Pace, e lentamente i sopravvissuti alla strage hanno iniziato a raccontare quanto hanno vissuto.
Son proprio tre di loro, Salvina Astrali, Cornelia Paselli e Francesco Pirini, insieme ai membri dell’associazione Terra Memoria e Pace, a chi ha lavorato per la nascita del parco e ai monaci dossettiani, a raccontare queste storie e a riflettere su cosa è successo, e non è successo, dalla guerra a oggi in quei luoghi, e su cosa sarà di Monte Sole e delle sue difficili memorie.

musiche originali di Francesco Frisari 

Credits

a cura di Fabiana Carobolante, Elisabetta Parisi, Daria Corrias e Lorenzo Pavolini

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key