Radio3

Contenuti della pagina

______

Single mother

slcontent
di Lorenzo Pavolini


Quando sarà terminato il documentario che Gianpaolo Rampini sta girando nelle baraccopoli di Nairobi si chiamerà I segreti di Kabiria. Kabiria è il nome di uno dei molti slum della capitale keniana. Cabiria con la C, nel film del '57 di Fellini, era interpretata da Giulietta Masina, una giovane donna arrivata a fare il mestiere più antico del mondo perché deve sopravvivere alla miseria. Wairimu è una ragazzina di 15 anni ed è madre di una bambina di un anno e mezzo.

E' rimasta incinta da un uomo che non ha riconosciuto il figlio ed ora per dargli da mangiare è costretta a prostituirsi. La maggioranza delle donne che vivono negli slum africani sono come lei delle "single mothers". Quando, nel 2008, Gianpaolo Rampini crea un gruppo di produzione video con giovani delle baraccopoli di Nairobi, il primo tema che affrontano è quello che salta immediatamente agli occhi muovendosi nello slum, il fenomeno degli street children; un’enorme quantità di bambini dai 4 anni in su che vive in strada, unendosi in “branchi” per assicurarsi reciproca tutela, sopravvivendo di carità, furti e raccolta di spazzatura, maturano un’indipendenza dal mondo adulto e civile insolita per loro età.

I bambini di strada rappresentano l'effetto più evidente della disgregazione delle strutture sociali tradizionali congiunta alla povertà, meno visibili sono le cause: tutti questi bambini abbandonati a se stessi di cosa sono frutto? Dove sono le loro famiglie? Queste domande hanno aperto la strada al secondo tema che Gianpaolo Rampini si è trovato ad investigare, e che questo documentario sonoro cerca di raccontare: le single mothers. Con il suo gruppo di produzione video incontrano la madre di Wairimu, anche lei una single mother, e scopre che la sua rete di legami è formata quasi esclusivamente da altre single mothers: un mondo tutto femminile di relazioni, di solidarietà in cui l'uomo è totalmente assente.

La scommessa del documentario di Gianpaolo Rampini è far parlare della propria condizione tra loro queste donne, superare la vergogna di essere una prostituta per sfamare i propri figli, provare a tentare di capire che forse in gruppo ci si fa forza e coraggio l'un l'altra. Single Mothers è un progetto a lungo termine. Nasce nel 2011 come ricerca e analisi in collaborazione con la Cattolica di Milano, per poi passare alla fase di produzione di un documentario, I segreti di Kabiria, realizzato da Gianpaolo Rampini con il gruppo Invisible Cities Kenya, realtà sorta nello slum, con lo stesso criterio di sviluppo del territorio da un progetto di cooperazione nel 2008.

Il passo successivo sarà la campagna sul diritto all'identità delle single mothers, come prevenzione all'apolidia anche per le future generazioni. La campagna sarà condotta attraverso la formazione di gruppi di rivendicazione dal basso che verranno supportati attraverso metodi di informazione partecipata mediante un portale crossmediale dedicato al tema. Il progetto kenyano in quest'ottica può rappresentare un progetto pilota, essendo la problematica di tipo globale. Il portale è in corso di ideazione anche attraverso gli studi avviati nel master in giornalismo scientifico digitale della Sissa di Trieste. Organizzazioni promotrici: ICS Trieste, Invisible Cities aps, Koininia Community (Kenya), Media Aid onlus, Icebreaker Production (Finlandia), università Cattolica (Milano), Sissa (Trieste).

Credits

a cura di Fabiana Carobolante con Daria Corrias e Lorenzo Pavolini

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key