Radio3

Contenuti della pagina

|Puntate 2009

Rabbia in Abruzzo: sui soldi il Governo mente 05/05/2009

Ascolta la puntata

È stato ribattezzato "decreto abracadabra" per le innumerevoli devianze creative con le quali accompagna il processo di ricostruzione dell'Aquila. La luna di miele tra gli abruzzesi e Silvio Berlusconi ha subìto una prima e significativa increspatura.

L'uomo che uccide 03/05/2009

Ascolta la puntata

Il primo maggio Delara Darabi e' stata impiccata dalle autorità iraniane nella prigione dove era detenuta dal 2003, condannata a morte per un omicidio che probabilmente non aveva commesso all'età di 17 anni. Secondo i flash di agenzia e le organizzazioni per i diritti umani coinvolte nel tentativo di salvarle la vita, Delara aveva confessato l'assassinio di una cugina di suo padre che in realtà era stato commesso da un giovane che all'epoca era il suo fidanzato.

Finalmente posso dormire un po' 01/05/2009

Ascolta la puntata

«Adesso non possiamo sbagliare, siamo sotto la lente del mondo intero, tutti ci guardano e la responsabilità è enorme. Per riuscire dobbiamo restare umili e non farci illusioni perché il lavoro non sarà facile». Sergio Marchionne è felice, non lo vuole dire, ripete che come premio spera soltanto di riuscire a dormire.

Bene l'idea ma ora tutti i conti 30/04/2009

Ascolta la puntata

L'avvento del federalismo fiscale puo' essere un evento storico per il Paese. Ma al momento, bisogna essere sinceri, e' soprattutto un'incognita. Per cui e' piu' corretto dire che la pagina di storia sara' scritta in modo compiuto solo quando tutti gli infiniti dubbi e interrogativi saranno sciolti.

Il contropiede del Lingotto che ridisegna l'auto mondiale 29/04/2009

Ascolta la puntata

Se ne stavano tutti sotto choc, paralizzati a incassare i colpi di una crisi che ha spedito in rosso persino l'invincibile Toyota. E non è che botte e ferite abbiano risparmiato il Lingotto. Ma è lì, in quel momento, mentre l'emorragia si mangiava il 30, il 40, a volte il 50% dei mercati, che Sergio Marchionne ha sparigliato e spiazzato.

Ci serve un mese per mettere a punto il vaccino 28/04/2009

Ascolta la puntata

"Ci serve un mese per mettere a punto il vaccino". Rino Rappuoli, 57 anni, e' lo scienziato toscano che in questo campo guida l'attività di Novartis (tra i primi produttori al mondo con Glaxo e Sanofi). Il suo gruppo di ricerca ha realizzato nei laboratori di Siena un medicinale pre-pandemico contro il virus dell'aviaria che però non può esser utilizzato per combattere l'influenza suina.

I sintomi, le cure e la prevenzione: risposte sul virus 27/04/2009

Ascolta la puntata

Che cos'è l'influenza suina? E' una malattia respiratoria acuta dei maiali causa­ta da virus influenzali del tipo A, con alta infettivi­tà ma bassa mortalità. Il ceppo responsabile (A/H1N1) è stato isolato per la prima volta negli Anni 30. La maggior parte delle epidemie si mani­festa nel tardo autunno e in inverno, come accade per l'uomo.

Il Cavaliere senza avversari 26/04/2009

Ascolta la puntata

Anche, persino, financo, addirittura, infine... pure il 25 Aprile è diventato suo. La Festa della liberazione ieri si è trasformata nella festa di Berlusconi, nel suo ennesimo trionfo mediatico e politico.

Il giorno che scoprimmo un'Italia senza paura 25/04/2009

Ascolta la puntata

Purtroppo, l'età discrimina chi può ricordare o no quei fatti. Tutti i giornali e telegiornali sono pieni di 25 Aprile, ma il dibattito sul significato della data, sulla necessità di commemorarla, è spesso vacuo, o peggio pretestuoso. Molti, anche per felice impossibilità anagrafica, non c'erano, e nemmeno avevano sofferto.

Bravo o furbo? E' la stessa cosa 24/04/2009

Ascolta la puntata

Ieri mattina, in una trasmissione tv, mi è capitato di definire «mirabile» la condotta di Berlusconi in Abruzzo. Un collega più anti-berlusconiano di me mi ha rimbrottato: «Mirabile? Furba piuttosto. Ha capito che quello era un palcoscenico mediatico formidabile e ci si è precipitato».

Berlusconi evita scontri e punta sul voto popolare 23/04/2009

Ascolta la puntata

Se è vero che nei sondaggi raccoglie la fiducia nel 73% dell'opinione pubblica, se è vero che dice di sentirsi «per la prima volta il presidente degli italiani», perché il premier dovrebbe andare allo scontro con il capo dello Stato? Infatti non ci va, non ne ha interesse.

Il 25 aprile è la festa di tutti, senza se e senza ma 22/04/2009

Ascolta la puntata

«Il 25 aprile è di tutti gli italiani». Parola di Gianfranco Fini che in un lun­go articolo spiega come saba­to prossimo debba essere «la festa della libertà di tutti gli italiani, senza ambiguità, sen­za reticenze, senza 'se' e sen­za 'ma'».

La provocazione di Teheran 21/04/2009

Ascolta la puntata

OBAMA è nei guai. L'uomo cui aveva appena teso la mano per ricucire dopo trent'anni i rapporti Usa-Iran, sperando che lo aiutasse a sganciarsi onorevolmente dall'Iraq e dall'Afghanistan, ha festeggiato a suo modo il centoventesimo compleanno di Adolf Hitler.

Sulla nave dei disperati: i nostri tre giorni d'inferno 20/04/2009

Ascolta la puntata

Neanche da morta, Esceth Ekos, che aveva 18 anni e veniva dalla Nigeria, ha avuto pace. Il suo cadavere con in grembo il corpicino del suo bimbo mai nato, è ancora lì, rinchiuso in un sacco di plastica bianco.

Più coraggio nei sorrisi di Obama che nelle urla dei falsi gladiatori 19/04/2009

Ascolta la puntata

Scrivo questa lettera da New York, dove ho avuto modo di percepire dai media e dalle persone con cui ho parlato un clima attorno al nuovo Presidente, che e' per lui tutt'altro che tranquillo. Obama ha la fortuna, e il merito, di godere di un larghissimo favore popolare per la sua politica interna.

Torino sulla linea del fuoco 18/04/2009

Ascolta la puntata

Dopo essere rimaste a lungo immobili, le ruote della storia industriale hanno ripreso a girare vorticosamente. Meno di dieci anni fa, Fiat Auto pareva sul punto di diventare una semplice consociata di General Motors; ora, con nuovi modelli, nuovi motori e quote di mercato in crescita, è sul punto di acquisire una partecipazione determinante in Chrysler, un altro grande del mercato mondiale dell'auto.

Intervenite o crolla tutto: ai pm il dossier segreto che annunciava il disastro 17/04/2009

Ascolta la puntata

Avevano compilato le schede di valutazione, individuato le «criticità», elencato gli interventi da effettuare e persino l'entità dei fondi da stanziare. Ma quelle indicazioni fornite nel 2005 dai tecnici della Protezione civile dell'Abruzzo guidati dall'ingegner Pierluigi Caputi sono rimaste sulla carta.

Quell'argine al Carroccio 16/04/2009

Ascolta la puntata

Le accuse di buttare al vento alcune centinaia di milioni di euro erano ampiamente previste; idem quella di essersi piegato al ricatto della Lega, che non voleva abbinare elezioni europee e referendum. Ma Silvio Berlusconi è convinto che il prezzo politico del compromesso trovato con Umberto Bossi non sia poi così alto: nonostante l'ennesimo smarcamento di Gianfranco Fini, presidente della Camera.

La sfida capitale dell'identità 15/04/2009

Ascolta la puntata

Non è stata solo una tregua d'armi politica di pochi giorni, di quelle che si impongono forzatamente in un paese colpito da una catastrofe e alle quali segue di regola un'ondata incontenibile di polemiche e recriminazioni. Ciò a cui abbiamo assistito in Italia all'indomani del devastante terremoto dell'Aquila è un fenomeno più profondo e - si spera - più duraturo.

La ricostruzione a rischio clan. Ecco il partito del terremoto 14/04/2009

Ascolta la puntata

L'AQUILA - "Non permetteremo che ci siano speculazioni, scrivilo. Dillo forte che qui non devono neanche pensarci di riempirci di cemento. Qui decideremo noi come ricostruire la nostra terra...". Al campo rugby mi dicono queste parole. Me le dicono sul muso. Naso vicino al naso, mi arriva l'alito. Le pronuncia un signore che poi mi abbraccia forte e mi ringrazia per essere lì.

Loro a noi 12/04/2009

Ascolta la puntata

Sono un Vigile del Fuoco della squadra operativa che ha lavorato all'Aquila i primi giorni dell'evento. Ora sono già tornato a casa, dalla mia famiglia, che dire...racconto quello che ho visto, ma quando racconto non posso fare a meno di ricordare il valore della gente dell'Abruzzo, persone di una dignità e di una educazione fuori dal comune, in un contesto del genere.

Quell'Italia che ce la fa 10/04/2009

Ascolta la puntata

Nei momenti di dolore colletti­vo si scoprono immagini inde­lebili di solidarietà, effi­cienza e unità d'intenti del nostro Paese. Due su tutte: la dignità e la com­postezza di chi ha perdu­to sotto le macerie un fa­miliare, la generosità di tanti volontari anonimi. In realtà, non dovremmo assolutamente sorpren­derci, come facciamo in questi giorni.

Oltre l'emergenza 09/04/2009

Ascolta la puntata

Proviamo a parlare del terremoto abruzzese, anche se è difficile farlo in questo momento, con la freddezza e il distacco con cui giudicheremmo l'avvenimento osservandolo da un Paese straniero. L'Italia non è molto diversa da quella delle inondazioni e dei sismi degli anni Sessanta, Settanta e Ottanta.

Sciacalli e cani 08/04/2009

Ascolta la puntata

Una Mitsubishi bianca si aggirava ieri per le strade di Sora, lindo comune ciociaro che plebiscitò Andreotti per mezzo secolo, invitando col megafono la popolazione a lasciare le case in previsione di una scossa imminente. Fra i tanti episodi di sciacallaggio che ogni tragedia trascina con sé, questo mi ha colpito per la sua gratuità.

Stavolta lo Stato c'è 07/04/2009

Ascolta la puntata

Come sempre, i racconti dei sopravvissuti ci dicono che nelle difficoltà gli italiani danno il meglio di se stessi. Ma il terremoto che ha devastato l'Abruzzo sembra svelare qualcosa di diverso. Svela qualcosa di diverso anche nell'operare della classe politica: una sorta di dignità e di assunzione di responsabilità, non scontate nel velenoso clima politico che avvolge il Paese. La macchina dello Stato ha ben operato.

Due opposizioni, due linguaggi: comincia una nuova partita 05/04/2009

Ascolta la puntata

Mai come ieri le diverse opposizioni al Governo Berlusconi hanno mostrato il loro volto e definito la loro strategia. Ce ne sono tre, come noto: il PD di Franeschini, l'UdC di Casini e l'Italia dei Valori di Di Pietro. Quest'ultima non aveva da precisare alcunche` perche` la sua linea intransigente e moralista e` nota.

L'occasione di epifani 04/04/2009

Ascolta la puntata

La manifestazione di oggi della Cgil al Circo Massimo non sarà come quella di un radioso sabato primaverile di sette anni fa, quando Sergio Cofferati riunì a Roma più di tre milioni di lavoratori in difesa dell'articolo 18 dello statuto dei lavoratori. Anche allora Berlusconi era presidente del Consiglio e la situazione economica, sei mesi dopo l'11 settembre, non era certamente favorevole.

Il primo grande accordo Globale 03/04/2009

Ascolta la puntata

TRA i rumori di una piazza che sa solo ciò che non vuole e non la vuole con la violenza ma non ha idea di come risolvere i problemi del mondo, il G20, il Gruppo dei venti grandi della terra, si è riunito a Londra per trovare un accordo sul da farsi.

Quel solco tra Usa e Europa 02/04/2009

Ascolta la puntata

I leader del G20 devono rappezzare una finta concordia e un comunicato comune se vogliono evitare il panico sui mercati. Ma alla fine conta tutto ciò che manca in questo vertice. L'assenza di una leadership riconosciuta. Di ricette condivise. Perfino di un'analisi comune della crisi.

Non far morire i mercati 01/04/2009

Ascolta la puntata

Diversamente dagli europei, i quali pensano che la priorità siano nuove regole e trasformazioni radicali nel modo in cui operano i mercati finanziari, le autorità americane stanno lavorando per riportare i mercati alla normalità.

Torino, America 31/03/2009

Ascolta la puntata

La Chrysler non ha nessuna speranza di potercela fare senza l'apporto di prodotti, tecnologie e capacità organizzativa che le può recare la Fiat: questa la conclusione raggiunta ieri dalla task force nominata dal presidente Obama per fronteggiare una crisi dalle ripercussioni devastanti per l'industria dell'auto americana.

Il Cavaliere piglia tutto 30/03/2009

Ascolta la puntata

Singolare ma significativo il modo con il quale si è concluso il congresso fondativo del nuovo partito di centrodestra italiano. Certo può essere sorprendente che alle tre fondamentali questioni poste da Fini, l'apertura di una stagione costituente, il sostegno al referendum, la correzione della legge sul testamento biologico così come votata al Senato, Berlusconi, nella replica finale, abbia risposto a metà e piuttosto sbrigativamente solo alla prima, lasciando all'interpretazione del suo silenzio la posizione del Pdl sulle altre due.

Il nodo della Lega 29/03/2009

Ascolta la puntata

Silvio Berlusconi concluderà oggi il congresso fondativo del Pdl e, archiviata con il discorso d'apertura l'epopea di una cavalcata certamente straordinaria, si attende ora di conoscere i propositi e i progetti che il maggior partito italiano ha in serbo per il futuro dell'Italia.

Ma il nuovo partito non sarà monocratico 28/03/2009

Ascolta la puntata

Il Popolo della Libertà, in questi giorni, si trasforma in un partito vero. Personalizzato, presidenziale, maggioritario, rivolto alla società, impresa politica di marketing e comunicazione. Un modello imitato anche dal Partito Democratico. Rispetto al quale, però, il PdL sta sicuramente meglio.

La doppia identità 27/03/2009

Ascolta la puntata

Silvio Berlusconi dirà oggi agli italiani quali siano la linea politica, la collocazione internazionale e le ambizioni del nuovo partito sorto dalla fusione tra Forza Italia e Alleanza Nazionale. Sarà il discorso di un uomo orgoglioso e soddisfatto. Ne ha il diritto.

La caccia al manager 26/03/2009

Ascolta la puntata

Dunque, uno spettro si aggira per il mondo. "Rabbia populista", l'ha definito Newsweek osservando le nuove vandee americane. "Lotta di classe", lo definiremmo attingendo alle antiche categorie marxiane. I titoli tossici producono veleni sociali.

Ritorno a sinistra 25/03/2009

Ascolta la puntata

La profonda recessione economica nella quale siamo incastrati dimostra che il modello di «sregolazione» adottato e imposto dagli Stati Uniti a partire dagli Anni '80 del secolo scorso e diffusosi in seguito in (quasi) tutto il mondo non funziona bene.

Una scommessa impossibile 24/03/2009

Ascolta la puntata

Se le notizie che circolano sono giuste, Tim Geithner, segretario del Tesoro, avrebbe convinto il Presidente Obama a "riciclare" le scelte in merito dell'Amministrazione Bush - e specificatamente il piano ribattezzato "cash for trash" ("contanti in cambio di spazzatura") proposto e poi abbandonato sei mesi fa dall'allora segretario del Tesoro Henry Paulson.

La nuova partita aperta dal leader 23/03/2009

Ascolta la puntata

Non c'è soltanto assenza di nostalgia per la fine di An: le parole di Gianfranco Fini ieri trasudavano l'impazienza di voltare pagina, di lasciarsi alle spalle una vita e di cominciarne un'altra. Il capo della destra si è proposto non come concorrente di Silvio Berlusconi alla guida del Pdl, ma come leader di un futuro «partito della Nazione»: più trasversale del Cavaliere; laico; tollerante con gli immigrati; e attento al ruolo del Parlamento per bilanciare il presidenzialismo.

La partita che cambia il capitalismo 22/03/2009

Ascolta la puntata

Nei prossimi giorni avremo un'idea più chiara, non per forza più rassicurante, del futuro del capitalismo globale. Gli sguardi sono puntati sul vertice del G-20 di inizio aprile, vogliosi di misurare i volumi di denaro pubblico riversato sulle economie. Un clichet ferreo, di cui sono preda anche i nostri media, recita che l'Europa non dà abbastanza stimolo fiscale, a differenza degli Stati Uniti.

Di Vittorio in campo 21/03/2009

Ascolta la puntata

La fiction su Giuseppe Di Vittorio, nonostante qualche ingenuità narrativa tipica di quel genere televisivo, ha conosciuto grande successo di pubblico. A colpire i telespettatori, anche i più smaliziati, è stata la rievocazione dell'impegno di «responsabilità nazionale» che caratterizzò l'azione del leader Cgil negli anni della ricostruzione.

I sorrisi spenti 20/03/2009

Ascolta la puntata

Celebrata con entusiasmo su entrambe le sponde dell'Atlantico, quella tra Barack Obama e i suoi alleati europei rischia di diventare una luna di miele tanto appassionata quanto breve. Tra undici giorni il nuovo Presidente Usa sbarcherà per la prima volta in Europa e parteciperà a una serie di vertici, dal G-20 a Londra al consiglio Nato a Strasburgo all'incontro formale con la Ue a Praga. Aspettiamoci, e non saremo noi a dolercene, solenni riaffermazioni di un legame antico, grandi manifestazioni di amicizia e calorose promesse di collaborazione.

I compromessi con la Lega in trincea 19/03/2009

Ascolta la puntata

Il governo tenta di fare muro contro il dissenso interno e di scampare all'ira dei leghisti. Perché il disegno di legge ha già subito modifiche al Senato quando fu bocciata la norma che consentiva la permanenza dei clandestini nei centri di identificazione fino a 18 mesi e il ministro dell'Interno Roberto Maroni fa sapere di non essere disposto ad accettare altri passi indietro.

Se le fusioni non bastano 18/03/2009

Ascolta la puntata

La nascita del Pdl piacerà a tutti coloro che vorrebbero un'Italia bipolare: due grandi forze politiche in gara per il potere e destinate ad alternarsi alla guida del Paese. Credo che abbiano ragione. Dopo la scomparsa delle grandi ideologie messianiche del Novecento e la nascita di grandi spazi politico-economici, i partiti minori rappresentano soltanto passioni identitarie, interessi corporativi o stati d'animo contingenti.

Patrie e lavoro 17/03/2009

Ascolta la puntata

Lavoro prima agli italiani» è una ricetta politicamente appetitosa. La crisi economica in corso sta producendo disoccupazione e la situazione è destinata a peggiorare, anche se non si arrivasse a sfondare il 10%, come prevede la Cgil. Si capisce quindi che i lavoratori italiani chiedano protezioni e tutele. Finora l'immagine dell'immigrato «ruba lavoro» aveva attecchito poco dalle nostre parti.

Il mercato nell'angolo 16/03/2009

Ascolta la puntata

La decisione, da ricondurre soprattutto alla volontà del ministro del Tesoro Giulio Tremonti, di affidare ai prefetti il monitoraggio sulle attività del credito ha i caratteri delle decisioni importanti: per i suoi aspetti simbolici e per i suoi presumibili effetti pratici.

Le tentazioni pericolose 14/03/2009

Ascolta la puntata

La querelle sui prefetti nasce da un comma inzeppato in un articolo della legge di conversione del decreto sulle misure urgenti per l'economia, che autorizza il Ministero dell'Economia a sottoscrivere, a particolari condizioni, speciali obbligazioni emesse dalle banche per rafforzare la propria posizione patrimoniale (i cosiddetti Tremonti bond).

Europa dell'Est: ecco perché si vuole creare un capro espiatorio 14/03/2009

Ascolta la puntata

Avevamo tutti imparato che la crisi economica era partita dagli Stati Uniti, aveva infettato l'Europa e l'Asia, e si era poi diffusa in tutto il mondo, devastando anche i Paesi più poveri. Credo che le cose stiano proprio così. Per questo motivo sono stato molto colpito dal fatto che i giornali e le televisioni degli Stati Uniti e della Gran Bretagna abbiano, nelle ultime settimane, dedicato uno spazio smisurato alle difficoltà dei Paesi dell'Europa Centro-Orientale.

Nessun pm vuole andare in Sicilia 13/03/2009

Ascolta la puntata

Nessuno, o quasi, vuole andare a fare il pubblico ministero in Sicilia. Nella terra dove sono morti ammazzati dalla mafia Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, il concorso per coprire 55 posti di sostituto vacanti in quattordici Procure è stato un insuccesso totale. Si sono fatti avanti appena quattro magistrati: tre per Palermo, uno per Catania. «Un disastro dalle tante e profonde ragioni», commenta Luca Palamara, presidente dell'Associazione nazionale magistrati.

Primo, recuperare a sinistra: la strategia del Pd è chiara 12/03/2009

Ascolta la puntata

Non deve stupire che Umberto Bossi abbia giudicato con qualche favore la proposta di Dario Franceschini: aumentare l'IRPEF nel 2009 per i redditi piu` alti, una sorta di 'una tantum' per destinare maggiori risorse al sostegno dei ceti poveri. Sarebbe sembrato strano il contrario. La Lega, autentico partito popolare, in questi anni e` cresciuta guadagnando consensi in molte direzioni, ma si e` giovata in particolare della crisi della sinistra al Nord.

La fiducia c'è e va sostenuta 11/03/2009

Ascolta la puntata

Si continua a dire che l'attuale e' sostanzialmente una 'crisi di fiducia'. Ma cosa vuol dire in economia la fiducia? E, soprattutto, da questa crisi come si fa a venirne fuori? Sarebbe sufficiente che i media trasmettessero piu' ottimismo? (...) E' possibile che il pessimismo sia condizionato dai media che - in tutto il mondo, e da sempre - tendono ad esaltare le notizie negative piu' di quelle positive.

Il Vaticano non vuole un "Caso Zapatero" anche Oltreoceano 10/03/2009

Ascolta la puntata

L'immagine di Barack Obama come una sorta di «Zapatero globale» viene tuttora rifiutata, in Vaticano. È considerata forzata, quasi caricaturale. Significherebbe ammettere che alla Casa Bianca siede un avversario culturale dell'ortodossia cattolica: un esponente di quel Partito democratico statunitense guardato da anni con diffidenza dalla Roma pontificia; e assimilato ad alcune forze della sinistra europea, come i socialisti del premier spagnolo Zapatero, appunto, accusate di fare avanzare l'odiato «relativismo etico ».

Tra le liti spunta il patto della mimosa. Berlusconi dà l'ok: Non porto rancori 09/03/2009

Ascolta la puntata

"De Bortoli è un nome inattaccabile, all'altezza di Zavoli". Dario Franceschini l'ha proposto a metà della scorsa settimana a Gianni Letta. Venerdì, in un incontro a quattr'occhi, ha avuto una prima risposta positiva. Poi ieri pomeriggio i due si sono sentiti di nuovo al telefono per il via libero definitivo. Silvio Berlusconi ha cancellato le ultime ombre.

Liberalizzare l'edilizia. Il nuovo piano del premier 07/03/2009

Ascolta la puntata

La vecchia licenza edilizia in soffitta. Sostituita da una perizia giurata di un tecnico. Una norma che da sola «sarebbe uno choc per l'economia, un colpo al cuore della burocrazia inutile e un volano enorme per l'edilizia e le attività collegate». Berlusconi sta limando la sua riforma del settore.

Se il potere è donna 06/03/2009

Ascolta la puntata

Poche, ma brave. Le manager ai vertici delle 2652 imprese italiane (rilevate da Cerved) a guida femminile generano piu` ricavi e profitti dei colleghi in vetta alla maggioranza delle aziende. Non solo. Se nei consigli di amministrazione siede almeno una donna, il rischio di default o crisi aziendale e` minore.

Giustizia impossibile 05/03/2009

Ascolta la puntata

L'ordine di cattura della Corte penale internazionale contro il presidente sudanese Bashir è moralmente giustificato. Egli ha il pieno controllo politico e militare del paese e quindi non può ignorare le atrocità che si commettono nel Darfur. Non può non esserne responsabile, quanto meno perché ha omesso di prevenire quei crimini o di punirne gli autori. Ed è anche indubbio che quell'ordine di cattura avrà un grande impatto psicologico e mediatico e delegittimerà politicamente Bashir.

Umiliati e arrabbiati 04/03/2009

Ascolta la puntata

Repubblica.it ha svelato il Paese dei senza lavoro, un pezzo d'Italia che diventa sempre più grande e disperato. Le persone che raccontano le loro esperienze di senza lavoro rientrano abbastanza chiaramente in due gruppi diversi. Ci sono quelle ancora giovani, al massimo trentacinquenni, che si interrogano sul perché il mondo della produzione non riesce più a trovar loro un'occupazione; e quelle sui 45-50 anni e oltre, le quali hanno compreso che per lo stesso mondo sono ormai troppo anziane.

La crisi italiana e il cane di Pavlov 03/03/2009

Ascolta la puntata

Sappiamo già cosa dirà ora il presidente del Consiglio. Ripeterà che "il nostro sistema bancario è sano". Che "se anche il Pil torna ai livelli del 2006, allora non si stava poi tanto male". E così via, alternando processi lacaniani e riflessi pavloviani. Ma il nuovo lunedì nero delle Borse mondiali, e l'ennesima caduta verticale del Prodotto lordo italiano, dimostrano una sproporzione sempre più clamorosa tra la gravità della crisi e la vacuità del governo.

Credits

A cura di Paola De Monte
In redazione:
Maria Chiara Beraneck, Natascia Cerqueti, Marco Pompi, Gianfranco Rossi

Francesca Sforza



Francesca Sforza lavora alla Stampa dal 1999. Ha trascorso quattro anni a Berlino come corrispondente e due anni a Mosca. Nel corso di questo periodo all’estero è stata più volte inviata in Polonia, in Repubblica Ceca, in Slovenia e a più riprese nel Caucaso. Il suo libro “Mosca-Grozny: neanche un bianco su questo treno” (2006, Salerno Editrice) ha vinto il Premio Antonio Russo  e il Premio Maria Grazia Cutuli. Dal 2007 al 2011 ha lavorato a Torino come caporedattore del Servizio Esteri. Attualmente è responsabile dei contenuti digitali della redazione romana per il sito www.lastampa.it

Rassegna stampa
del 1 ottobre

Quello che Putin non dice - Franco Venturini - Corriere della Sera

Ripartiamo dalla maternità - Barbara Stefanelli - Corriere della Sera

"Ma dopo anni si intravede uno spiraglio" - Int. a De Mistura di Massimo Gaggi - Corriere della Sera

"No ai fondamentalisti in nome del Vangelo" - Int. a Walter Kasper di G.Guido Vecchi - Corriere della Sera

Padri naturali - Massimo Gramellini - La Stampa

Alla casa non serve solo meno fisco - Franco Bruni - La Stampa

Burocrazia, un dietrofront tra le vigne - Michele Brambilla - La Stampa

Perché difendo Obama l'indeciso - Thomas L. Friedman - La Repubblica

Libia, l'occidente cambia inviato - Vincenzo Nigro - La Repubblica

Gender, la fabbrica del pregiudizio - Maria Novella De Luca - La Repubblica

Le 2 Chiese divise su divorzio e famiglia - Paolo Rodari - La Repubblica

C'è un problema tra l'Italia e la Francia - Non solo Libia e non solo Siria - Il Foglio

Separati, non abbandonati - Maurizio Crippa - Il Foglio

La forza di vivere - Marina Corradi - Avvenire

Se questa è democrazia - Sotto attacco - Il Fatto Quotidiano 

Giannini: "Partita la caccia, il premier ha slegato i cani" - Int. a Massimo Giannini - Il Fatto Quotidiano

Mare nostro - Stop trivelle - Il Manifesto

"300 mila firme non bastano" - Int. a Pippo Civati di Daniela Preziosi - Il Manifesto



 


La Nuova Ecologia - il mensile di Legambiente di luglio-agosto 2015




Attenuare il rischio climatico rinaturalizzando le città. Adottare stili di vita flessibili per
vivere meglio e sprecare meno. Sorella resilienza. Così possiamo cogliere la sfida del cambiamento e salvaguardare la casa comune dell'umanità. All'interno un'intervista a James Lovelock. 


sito de La nuova ecologia

Riascolta

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key