Radio3

Contenuti della pagina

Puntate dicembre 2014

La passione e la rovina del bibliofilo 31/12/2014

Ascolta

«Era uno di quegli uomini che pretendono di rinchiudere l'universo in un armadio. Questo è il sogno di ogni collezionista. E siccome questo sogno è irrealizzabile, i veri collezionisti, come gli amanti, anche nella felicità vengono colti da tristezza infinita. Sanno che non potranno mai chiudere a chiave la terra intera, mettendola in una vetrina. Da qui viene la loro profonda malinconia». Anatole France, La carezza del bibliofilo.

Romagnoli e romagnolacci, con Vittorio Emiliani 31/12/2014

Ascolta

Sergio Zavoli, Tonino Guerra, Marco Pantani, Arrigo Sacchi, Serafino Ferruzzi, Raul Gardini, i tanti Mussolini, più di cento ritratti di quei romagnoli che l’autore ha conosciuto o soltanto incrociato sul suo cammino. Tanti pezzi di storia e di microstoria romagnola che compongono un mosaico vivacissimo, a volte drammatico, di vite vissute fra Ottocento e Novecento, fino ai giorni nostri, fra l’Appennino e il mare Adriatico, lungo la Via Emilia e le altre strade romane di quella che fu la Romània o la Romandìola.

La rete delle lingue 30/12/2014

Uno studio del Mit,  esaminando le traduzioni dei libri, i tweet e il numero delle voci di Wikipedia ha provato a stabilire la "connettività" di ogni lingua, la sua rilevanza e i suoi legami con le altre. E l'italiano come è messo in questo "global language network"?

Testimoni di giustizia, con Paolo De Chiara e uno degli stessi testimoni 30/12/2014

I testimoni di giustizia sono una figura introdotta legalmente nel 2001 differenziarne la natura e la disciplina rispetto ai collaboratori di giustizia, meglio noti come "pentiti". Il testimone di giustizia sceglie, per dovere civico, di non abbassare la testa di fronte alle prepotenze, è un testimone oculare, un imprenditore piegato dagli estorsori o, in alcuni casi, un cittadino che rivendica la propria onestà pur appartenendo a contesti mafiosi, come Lea Garofalo e Maria Concetta Cacciola. 

Senza tema? 29/12/2014

Ascolta

«Quando scrivono i nostri ragazzi? A casa? Mai. Lo fanno a scuola. Purtroppo con il tema e due o tre volte al quadrimestre. Rare occasioni nelle quali vengono immediatamente travolti dalla nostra ansia di misurazione. Pazzesco. La mia generazione non sa scrivere. In molti posti di lavoro, quando si tratta di preparare una lettera o di fare una relazione, in genere, ti ritrovi come un pirla e solo con quell'incombenza. [...] È così difficile avviare nelle nostre scuole un laboratorio di scrittura? Non costa nulla. Facciamolo! Ma quattro o cinque volte al mese e con due momenti di valutazione nel quadrimestre. L'obiettivo non è quello di misurarli a ogni tentativo di scrittura, ma di appassionarli a questo esercizio». Francesco Dell'Oro. 

Artusi Remix, con Don Pasta 29/12/2014

Ascolta

Il cibo è un linguaggio, è lo strumento attraverso cui si tramanda una storia, familiare, paesana, collettiva. Partendo da questi presupposti, Don Pasta, per scrivere l’Artusi Remix, ha raccolto centinaia di ricette nell’arco di un anno, viaggiando per l’Italia ad incontrar “nonnine” o utilizzando le nuove forme di comunicazione (blog, facebook) per comunicare con i loro nipoti. Sorta di censimento della cucina italiana domestica e familiare del tempo presente, in cui si cerca di capire cosa sia cambiato nella cucina tradizionale e nella sua geografia.


I 100 anni di Giuseppe Berto e i cinquanta del suo Il male oscuro 26/12/2014

Ascolta

«Penso che questa storia della mia lunga lotta col padre, che un tempo ritenevo insolita per non dire unica, non sia in fondo tanto straordinaria se come sembra può venire comodamente sistemata dentro schemi e teorie psicologiche già esistenti, anzi in un certo senso potrebbe perfino costituire una appropriata dimostrazione della validità perlomeno razionale di tali schemi o teorie, sicché, sebbene a me personalmente non ne venga un bel nulla, potrei benissimo sostenere che il mio scopo nello scriverla è appunto quello di fornire qualche altra pezza d'appoggio alle dottrine psicoanalitiche che ne hanno tuttora più bisogno di quanto non si creda... »

 

Toby, dalla pace alla guerra, con Thierry Vissol 26/12/2014

Ascolta

La storia esemplare di un (qualunque) soldato d'Europa: Toby, come milioni di altri giovani, deve scendere al l’inferno, in trincea. Quello della Woëvre, di Verdun, dell’Argonne e, a fianco delle truppe italiane, sul Piave. a lui francese, appena tornato dalla Germania, tocca sparare a quelli che qualche mese prima erano suoi amici. Ma Toby per tutta la vita affermerà: «Non ho mai ucciso un tedesco!»…  Lo storico Thierry Vissol – nipote del soldato Toby, da cui ha ereditato un archivio di inestimabile valore per la ricostruzione della vita quotidiana, in pace e poi in guerra - pubblica per la prima volta questo patrimonio di documenti e immagini originali. 

Il regalo di Natale di Alice 25/12/2014

Ascolta

150 anni fa, la sera del 24 dicembre del 1864, a due anni dalla richiesta che aveva ricevuto mentre erano su una barca a remi sul Tamigi, Charles Dodgson, che si firmerà poi Lewis Carroll, consegna alla sua musa bambina Alice Liddell il libro di avventure che lei voleva per sé e le sorelle.  

Da Lampedusa ai premi Nobel per la pace, con Tareke Brhane 25/12/2014

Ascolta

"Sono sbarcato in Italia nel 2005 e da allora, insieme a tanti altri come me, mi sono impegnato in prima persona per aiutare proprio quelli che, come me, sbarcavano stremati sulle nostre coste. Dopo la tragedia del 3 ottobre (2013 a Lampedusa), insieme ad altre persone abbiamo deciso di dare vita al Comitato 3 ottobre e mobilitarci per chiedere che venisse creata la "Giornata della Memoria e dell'Accoglienza" da celebrarsi ogni 3 ottobre per ricordare sia i migranti morti nel tentativo di attraversare il Mediterraneo sia tutti i soccorritori e le persone che hanno sempre teso una mano verso quegli esseri umani bisognosi di aiuto". 

Tareke Brhane ha ricevuto la medaglia per l'attivismo dai premi Nobel per la Pace riuniti a Roma per il Summit Mondiale. 

Le Strenne di Natale #1: Regali, fantasmi e cupolone 24/12/2014

«Ogni giorno è un Natale, è Natale, ogni minuto, finché dura questo capolavoro di istanti messi in fila che chiamiamo vivere», ed è il Natale sotto il cupolone degli scrittori romani: Paolo Febbraro, Dacia Maraini, Antonio Pascale, Romana Petri e molti altri. Poi c'è il Natale di Mark Twain, Francis Scott Fitzgerald, Louisa May Alcott, Jeanette Winterson, Dino Buzzati Giorgio Scerbanenco, Mario Rigoni Stern... ed è Il regalo più bello. Ma c'è anche il Natale infestato, quello congegnato da Charles Dickens, che coinvolse gli scrittori vittoriani suoi sodali ognuno a descrivere una de Le stanze dei fantasmi.

Le strenne di Natale #2: San Francesco e la prima guerra mondiale 24/12/2014

La pace, e quindi il suo tremendo negativo che è la guerra, è al centro di due libri pure a tema natalizio, con il cantore di tutte le creature che nel libro di Chiara Frugoni San Francesco e la notte di Natale riflette: "Non dobbiamo avere nemici nemici, tranne uno, il mostro della guerra”, e le lettere dal fronte della prima guerra mondiale, raccolte e curate da Alberto Del Bono, durante La tregua di Natale, che nel 1914 vide sul fronte occidentale uno spontaneo cessate il fuoco, con inni, canti, candele accese e scambi di auguri fra quelli che erano lì come nemici. 

Aumentano, di poco, i consumi culturali nel 2014 23/12/2014

Ascolta

Nel 2014 crescono, anche se di poco, i consumi culturali, secondo l'ultimo rapporto ISTAT. Il 62,6% della popolazioneha fruito di almeno uno spettacolo o un intrattenimento o di una visita a musei e mostre (61,1% nel 2013). Aumentano le visite a mostre e siti archeologici (dal 25,9% del 2013 al 27,9%) e la partecipazione a spettacoli sportivi (dal 24,4 al 25,2%). In controtendenza il cinema, nel 2010 si recava al cinema il 52,3% della popolazione di sei anni e più, oggi solo il 47,8%. Per quel che riguarda i libri nel 2012 -son gli ultimi dati esaminati-  sono stati pubblicati 59.230 titoli, per un totale di 179 milioni di copie. Aumentano le prime edizioni, che rappresentano il 64,8% della produzione. 

Per un'antropologia inattuale, con Francesco Remotti 23/12/2014

Ascolta

Diceva Nietzsche delle sue Considerazioni inattuali: «Sono scritti sostanzialmente polemici. Dimostrano che io non ero un sognatore, che mi fa piacere anche di sguainare la spade; forse anche che ho il polso pericolosamente sciolto». E Franco Remotti lo segue, cercando di andare non oltre il nostro tempo, ma fuori del tempo, l'altro del mondo, del nostro mondo contemporaneo, occidentale, gli altrove che permettono di mettere a fuoco le peculliarità del nostro tempo. 

Via l'arte e dentro il mangiare? 22/12/2014

Ascolta

A Modena la sede della Galleria Civica, la palazzina secentesca progettata dal Vigarani che lavorò anche per Luigi XIV, con opere di De Pisis, Sironi, Fontana, Pirandello, Morlott, è stata requisita e assegnata per alcuni mesi a un consorzio per eventi di gastronomia.  Sono molte le proteste, il direttore si è dimesso Marco Pierini, ma davvero dobbiamo scegliere fra arte e prodotti tipici? 

Ni vivos Ni muertos, con Federico Mastrogiovanni 22/12/2014

Ascolta

Il 26 settembre scorso 43 studenti univiersitari sono scomparsi a Iguala, nel sud del Messico. Stavano andando a protestare contro i sistemi di borse di studio che favoriscono gli studenti delle città rispetto a quelli delle campagne. Non sono mai arrivati al comizio di María de los Ángeles Pineda Villa, la moglie del sindaco locale, che volevano contestare. Sono stati intercettati dalla polizia locale, ed uccisi. Il sindaco Luis Abarca Velázquez sono stati recentemente arrestati, dopo una fuga a Città del Messico, ma le dinamiche del rapimento e dell'omicidio, così come chi l'abbia materialmente commesso, devono ancora essere determinate.

Notizie alla deriva 19/12/2014

Ascolta

Viene presentato oggi il secondo rapporto annuale Carta di Roma, il "protocollo deontologico dell'ordine dei giornalisti concernente richiedenti asilo, rifugiati, vittime della tratta e migranti", e il 2013 di cui si occupa è stato l'anno del naufragio di Lampedusa, e la rappresentazione dei migranti nella stampa  ha molto insistito su vittimizzazione, con la dimensione del lutto, del dolore che ha prevalso sul dibattito, sull'analisi di motivi e cause, sulle proposte politiche.

Presidenti, con Maurizio Ridolfi 19/12/2014

Ascolta

L’importanza del ruolo del presidente della Repubblica nell’equilibrio dei poteri emerge fin dalla nascita dell’Italia democratica – ben presente nel dibattito in Assemblea costituente e poi nel testo della Costituzione – e tuttavia la storiografia solo recentemente ha «scoperto» la centralità di questo tema per analizzare le trasformazioni dei costumi repubblicani nel secondo dopoguerra, vale a dire il tessuto civico del paese nel rapporto tra istituzioni e cittadini.

La moratoria sulla pena di morte 18/12/2014

Ascolta

Oggi a New York si vota alle Nazioni Unite la moratoria sulla pena di morte, dall'esito incerto. C'è ancora in più di 50 paesi nel mondo, e l'opinione pubblica in molti paesi occidentali è più favorevole di quel che si potrebbe pensare - in Gran Bretagna un sondaggio nel 2014 ha registrato un 45% a favore...

Che bello essere noi, con Lella Costa 18/12/2014

Ascolta

"Io non so come funzioni tra maschi. Tra femmine succede che spesso ci si incontri e si saltino tutti i preliminari della conoscenza reciproca, tutti i passaggi progressivi di una relazione, e ci si ritrovi istintivamente e immediatamente amiche". 

La fine delle lettere? 17/12/2014

Ascolta

I dati delle poste raccontano un'Italia dove non si scrivono quasi più lettere, e intanto gli storici si preoccupano dell'impermanenza del digitale e di come racconteranno i nostri giorni gli storici futuri...

Lacuna, con Nicola Gardini 17/12/2014

Ascolta

«Io sono innamorato della parola «lacuna»: parola squisitamente latina, connessa con «lacus»; la stessa che in italiano dà la forma popolare «laguna».Nelle sue tre sillabe si condensa tutto ciò che di bello ed esemplare ha  per me l'antica lingua di Roma: robustezza, pregnanza sonora e semantica, e una capacità di echeggiare per lunghe distanze. [...] In questo libro«lacuna» indica l'omissione intenzionale di parti del racconto. Prenderò, dunque, in esame riduzioni, abbreviazioni, contrazioni, cancellazioni, eliminazioni, abolizioni, soppressioni, scorciature, tagli, crepe, mancanze, di varia natura ed entità. Si narra, infatti, non solo dicendo».

Quando la storia la fanno gli editori 16/12/2014

Ascolta

Gli editori pensano soltanto al mercato anche nella saggistica, e in particolare nella storia? Questa l'accusa che si leva da parte di Walter Barberis, storico e presidente dell'Einaudi, che accusa gli editori di pubblicare solo "storiografia della provocazione e della stupefazione su Mussolini, Padre Pio e Primo Levi".  

Camerata Neandertal, con Antonio Pennacchi 16/12/2014

Ascolta

Un libro popolato da fantasmi: da Ajmone Finestra – il Federale di Latina, motore delle vicende narrate in Palude e nel Fasciocomunista – agli operai che di Palude decisero lo svolgimento; da Carlo Alberto Blanc, paleontologo, la cui ossessione e curiosità divengono le stesse dell’autore nelle Iene del Circeo, ad Aldo Dapelo padrone della Fulgorcavi narrata in Mammut, fino al fratello Gianni, che considerava suo Canale Mussolini ma morì senza riuscire a leggerlo.

Dino Campana, l'ultimo Orfeo. 15/12/2014

Ascolta

«Campana resta l'ultimo poeta, il poeta toccato e divorato dal fuoco, il poeta che è entrato per sempre nel cuore stesso della notte e non ne è più uscito ». Carlo Bo così ne parlava, ammirata, e a cent'anni dalla pubblicazione dei Canti Orfici Radio 3 ricorda e mette in scena in una serata speciale curata da Giancarlo Cauteruccio, dedicata a questo misterioso libro in prosimetro, la "tragedia dell'ultimo Germano in Italia". 

La serata su Dino Campana e i Canti Orfici 

L'arte di spostarsi, con Michele Colucci 15/12/2014

Ascolta

Operai, studenti, badanti, braccianti, insegnanti, impiegati: sono solo alcune delle categorie che ogni anno si muovono in lungo e in largo attraversando l’Italia. Si spostano per cercare un lavoro o per lavorare, per studiare o per formarsi, per trovare un’occasione o per inseguire un progetto. Sono i protagonisti delle migrazioni interne del Duemila, un fenomeno che ha qualche punto in comune con quello del passato più recente, ma che si presenta in forma nuova e in genere poco visibile, soprattutto al grande pubblico. 

Noir in Festival: Dario Argento, Marilù Oliva e Marcello Fois 11/12/2014

Ascolta

A che punto è il noir? Approfittiamo  del 24° Noirfest, che si sta tenendo a Courmayeur dal 9 al 14 dicembre per riflettere  su paura, crimine, punizione, indagine e scoperte...

Ne parliamo con Dario Argento, regista e autore dell’autobiografia Paura, Einaudi, 20014, Marilù Oliva, scrittrice finalista al Premio Scerbanenco 2010, e con Marcello Fois, scrittore, il cui ultimo libro è L’importanza dei luoghi comuni, Einaudi 2013.

Diario di zona, con Luigi Chiarella 11/12/2014

Ascolta

Raccontare Torino e l'Italia dei nuovi anni 10 dal basso delle strade, coi piedi sui pedali, e da più in basso ancora, dai seminterrati, dal buio delle cantine, dalle spelonche sotto l'asfalto dove si annidano loro. I contatori dell'acqua. Luigi Chiarella ha fatto di necessità virtù, trasformando un lavoro precario, potenzialmente avvilente, in un'occasione per fare inchiesta e raccontare.

 

La giornata mondiale dei diritti umani: #TuttiStranieri 10/12/2014

Ascolta

Sorina Ene è romena, vive a Roma e si è laureata in Italia. Lavora nel centro per Richiedenti Asilo e Rifugiati a Rebibbia e Borgata Finocchio. Serhat Akbal è curdo, lavora a Rovereto come aiuto-cuoco. Ha lavorato come doganiere alla frontiera Iraq-Turchia dal 1999, per 8 anni, e poi è dovuto andare via.  Ismaël Mewada è del Benin, è in Italia da 5 anni, ha lavorato a Torino, e come bracciante a Foggia e Rosarno. Ora ha fondato la Cooperativa Sociale Barikamà, che produce e vende di yogurt ed ortaggi biologici. E poi ancora Asad Ullah, l'imprenditore che ha inventato Eat' Alì a Torino, e Tareke Brahne, erirtreo, del comitato 3 ottobre, è sbarcato a Lampedusa nel 2006, assiste i richiedenti asilo a Roma. 

Sono i tre conduttori di Fahrenheit oggi, per la giornata mondiale dei diritti umani, con le loro storie, le loro voci e le loro competenze. 

E la borsa e la vita, con Marco Craviolatti 10/12/2014

Ascolta

Il lavoro è sempre di meno: la riduzione dell’orario «medio» è già in atto da decenni in tutti i paesi avanzati, tuttavia si traduce in una crescente polarizzazione tra sottoccupati e sovraoccupati, con effetti drammatici per entrambi. Se dunque l’uovo di Colombo sotto gli occhi di tutti consistesse nella risposta opposta: meno lavoro? Meglio: nella distribuzione equa di un lavoro in diminuzione, ma più efficiente, dignitoso e utile alla collettività. 

Cent'anni di solitudine ad alta voce 09/12/2014

"Il primo della stirpe è legato ad un albero e l'ultimo se lo stanno mangiando le formiche", è la stirpe Buendia, che fonda Macondo, li si installa, vive, muore, risorge e si ripete in un tempo sentimentale, non intellettuale, come disse l'autore, il cantore di queste generazioni, Gabriel Garcia Marquez, lo scrittore colombiano scomparso quest'anno. Da oggi alle 17 ad alta voce il suo romanzo più noto, di cui ci parlano oggi il fumettista Zerocalcare, che ha ricevuto proprio ieri i romanzi di Marquez come premio per aver vinto i libro dell'anno di Fahrenheit, Bruno Arpaia, che di Marquez ha curato il secondo volume dei Meridiani, e Jacopo Fo, fra gli animatori della Macondo milanese.

A pesca nelle pozze più profonde, con Paolo Cognetti 09/12/2014

«A un certo punto del mio apprendistato mi misi in testa che, se volevo diventare un bravo scrittore di racconti, dovevo imparare a pescare». Un’educazione letteraria e sentimentale. 

Scarica i podcast di Fahrenheit 

Lo speciale da Più libri più liberi, Lunedì 8, Seconda parte 08/12/2014

Da sabato 6 a lunedì 8 dicembre Fahrenheit si trasferisce al Palazzo dei Congressi dell'Eur di Roma, alla Fiera della piccola e media editoria, Più libri più liberi. Oggi con noi tutti gli scrittori candidati al libro dell'anno di Fahrenheit, e la proclamazione del vincitore che voi ascoltatori avete scelto.

Lo speciale da Più libri più liberi - Lunedì 8- Prima parte 08/12/2014

Da sabato 6 a lunedì 8 dicembre Fahrenheit si trasferisce al Palazzo dei Congressi dell'Eur di Roma, alla Fiera della piccola e media editoria, Più libri più liberi. Oggi con noi tutti gli scrittori candidati al libro dell'anno di Fahrenheit, e la proclamazione del vincitore che voi ascoltatori avete scelto. 

Lo speciale da Più libri più liberi, Domenica 7, 2a parte 07/12/2014

Da sabato 6 a lunedì 8 dicembre Fahrenheit si trasferisce al Palazzo dei Congressi dell'Eur di Roma, alla Fiera della piccola e media editoria, Più libri più liberi. Con noi Paolo Poli, Stefano Bartezzaghi, Percival Everett e Giorgio Vasta. 

Lo speciale da Più libri più liberi - Domenica 7 - Prima parte 07/12/2014

Da sabato 6 a lunedì 8 dicembre Fahrenheit si trasferisce al Palazzo dei Congressi dell'Eur di Roma, alla Fiera della piccola e media editoria, Più libri più liberi. Oggi con noi Diego Enrique Osorno, Michela Murgia, Paolo Bacilieri, Kamer Abdulla e molti altri ospiti. 

Lo speciale da Più libri più liberi, Sabato 6, Seconda parte 06/12/2014

Da sabato 6 a lunedì 8 dicembre Fahrenheit si trasferisce al Palazzo dei Congressi dell'Eur di Roma, alla Fiera della piccola e media editoria, Più libri più liberi. Con noi Cecile Minard, Bjorn Larsson, Paolo Mieli, Giulio Albanese e Bruno Bignami. 

Lo speciale da Più libri più liberi - Sabato 6 - Prima parte 06/12/2014

Da sabato 6 a lunedì 8 dicembre Fahrenheit si trasferisce al Palazzo dei Congressi dell'Eur di Roma, alla Fiera della piccola e media editoria, Più libri più liberi. Oggi con noi Lirio Abbate e Massimo Bonini per raccontarci i fascio mafiosi e la nazione infetta, e ancora Massimo Carlotto, Luca Poldelmengo, Piergiorgio Pulixi, Alessandro Zaccuri, Yahya Pallavicini, Dag Tessore e molti altri ospiti. 

Puntate speciali di sabato e domentica 05/12/2014

Da sabato 6 a lunedì 8 dicembre Fahrenheit si trasferisce al Palazzo dei Congressi dell'Eur di Roma, alla Fiera della piccola e media editoria, Più libri più liberi
 

Philippe Forest a Fahrenheit 05/12/2014

Ascolta

Fahrenheit incontra Philippe Forest per parlare di romanzo, autobiografia, realismo e iperrealismo sentimentale, e del suo ultimo libro pubblicato in Italia da Del Vecchio: Il gatto di Schrödinger.

Il grande racconto del viaggio in Italia, con Attilio Brilli 05/12/2014

Ripercorriamo con Attlio Brilli,  fra i massimi esperti di letteratura di viaggio, gli itinerari più battuti, sperimentiamo l’equipaggiamento e i mezzi di trasporto, riviviamo gli incidenti e le avventure, ma anche i sogni e a volte lo scoramento di quei primi turisti del GrandTour in Italia. 

Raro chi legge 04/12/2014

Cresce il numero dei non lettori e il dato è preoccupante. Il bacino dei lettori si restringe sempre più e il cambio di metodo, cioé l'uso dell'e-book, sembra non migliorare la situazione.

Utilizzatori finali, con Riccardo Iacona 04/12/2014

Ascolta

Pagine, Tra cronaca e testimonianza diretta, che registrano le voci incoffessabili di padri di famiglia, mariti all’apparenza integerrimi, fidanzati premurosi che frequentano abitualmente escort di lusso, prostitute di strada o bordelli oltreconfine. 

Inclusione scolastica 03/12/2014

Nella giornata Giornata internazionale delle persone con disabilità, stabilita dal "Programma di azione mondiale per le persone disabili" adottato nel 1982 dall' Assemblea generale dell'Onu, ci occupiamo di quanto lavoro ci sia ancora da fare in tema di di inclusione scolastica.

Falsi d'autore, con Daniele Petruccioli 03/12/2014

Ascolta

La maggior parte dei libri che leggiamo, soprattutto romanzi, sono stati scritti in una lingua diversa dall’italiano, eppure, chi pubblica un testo in traduzione spesso fa di tutto per tenercelo nascosto. Perché?

Zingari o rom? 02/12/2014

Ascolta

Quando il linguaggio è nomade. 

La guerra dei nostri nonni, con Aldo Cazzullo 02/12/2014

Ascolta

Sono fanti contadini: i nostri nonni. Aldo Cazzullo racconta il conflitto '15-18 sul fronte italiano, alternando storie di uomini e di donne. 

Mark Strand 01/12/2014

Ascolta

18 Se un uomo lascia che le sue poe­sie vadano in giro nude, avrà paura della morte.
19 Se un uomo ha paura della morte, verrà sal­vato dalle sue poesie.
20 Se un uomo non ha paura della morte, le sue poe­sie forse lo sal­ve­ranno forse no.
21 Se un uomo fini­sce una poesia, si immer­gerà nella scia bianca della propria pas­sione e verrà baciato dalla pagina bianca.
Si concludeva così Il nuovo manuale di poesia, di Mark Strand, morto il 29 Novembre.

Nostro onore, con Marzia Sabella 01/12/2014

Ascolta

Sono schiva ai palcoscenici. Odio le autocelebrazioni. Mi fa paura l'antimafia postmoderna. (...) Ma, sopratttutto, esaltare il ruolo di una donna nella lotta alla mafia mi sembra un pregiudizio all'incontrario.

Credits

Carlo D'Amicis,Michele De Mieri,Lea Gemmato, Clementina Palladini, Daniela Pirastu, Laura Zanacchi, Regia di: Benedetta Annibali A cura di: Susanna Tartaro
Conduce: Loredana Lipperini

Ricerca nell'archivio

Cerca 

Tutti i Libri dell'Anno

 
Ogni anno gli ascoltatori di Fahrenheit scelgono il loro Libro dell'Anno tra i 12 Libri del Mese. A Dicembre durante la Fiera della Piccola e Media Editoria di Roma un intero pomeriggio è dedicato all'elezione in diretta del nuovo Libro dell'Anno.  
Si può votare inviando una mail a: fahre@rai.it

Tutti i Libri dell'Anno 

Vota per il Libro del Mese






Scegli tra questi il tuo libro preferito e manda una mail a:  fahre@rai.it


Cristina Amodeo, Samantha Friedman, Il giardino di Matisse, Fatatrac

Guido Conti, Nilou e i giorni meravigliosi dell’Africa, Rizzoli


Gioacchino Criaco, Il saltozoppo, Feltrinelli


Diego de Silva, Terapia di coppia per amanti, Einaudi


Stefano Ferrio, Lo spareggio, Nutrimenti


Giuseppe Feyles, La classe scomparsa, Manni


Ilaria Gaspari, Etica dell’Aquario, Voland 


Lorenza Ghinelli, Almeno il cane è un tipo a posto, Rizzoli


Siegmund Ginzberg, Spie e zie, Bompiani


Carlo Lucarelli, Il tempo delle iene, Einaudi


Dacia Maraini, La bambina e il sognatore, Rizzoli


Michela Murgia, Chirù, Einaudi


Antonio Pennacchi, Canale Mussolini. Parte seconda, Mondadori


Gilda Policastro, Cella, Marsilio 

Luca Tortolini, Claudia Palmarucci, Le case degli altri bambini, OrecchioAcerbo


Filippo Tuena, Memoriali sul caso Schumann, Il Saggiatore

 

Tutti i libri del mese

Radio3 Twitter

Il podcast delle poesie di Fahrenheit


Finalmente puoi collezionare le voci dei nostri poeti! Il podcast della poesia del giorno di Fahrenheit.

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key