Radio3

Contenuti della pagina

Cina: super grattacielo di 838 metri. Sarà costruito in 90 giorni

slcontent

di Giulia Ziino

Tre mesi per toccare il cielo. Tanto basterà alla compagnia di costruzione cinese Broad Group per costruire quello che, una volta terminato, sarà il grattacielo più alto del mondo. Lo Sky City One, 220 piani (più due sotterranei), sorgerà nella periferia rurale di Changsha, città da 7 milioni di abitanti nella provincia di Hunan, Cina centrale. Altezza prevista: 838 metri, contro gli 828 del Bury Khalifa di Dubai, attuale detentore del record. Solo 10 metri di differenza ma un abisso in termini di tempi di lavoro: per il gigante di Dubai infatti, inaugurato nel 2010, furono necessari 72 mesi di cantiere aperto, per Sky City One invece, promettono i progettisti, ne basteranno 3.
Come è possibile? Il segreto starebbe nella particolare tecnica di costruzione impiegata dal Broad Group, un metodo che, fatte le dovute distinzioni, assomiglia a quello del Lego. Qui non si usano mattoncini colorati però, ma blocchi prefabbricati di 15,6 per 3,9 metri: moduli standard prodotti nel quartier generale del Gruppo - la Broad Town - trasportati via camion sul luogo della costruzione, messi in posizione e assemblati. Molto velocemente. Troppo, secondo gli scettici che dubitano della riuscita dell'impresa. Nessun dubbio invece, per Zhang Yue, presidente del Gruppo: "abbiamo già testato la nostra tecnica - ha detto al Financial Times - questa volta si tratta solo di un edificio un po' più alto".

continua sul Corriere della Sera (pag. 23)

Credits

A cura di Paola De Monte
In redazione:
Maria Chiara Beraneck, Natascia Cerqueti, Marco Pompi, Gianfranco Rossi

Francesca Sforza



Francesca Sforza lavora alla Stampa dal 1999. Ha trascorso quattro anni a Berlino come corrispondente e due anni a Mosca. Nel corso di questo periodo all’estero è stata più volte inviata in Polonia, in Repubblica Ceca, in Slovenia e a più riprese nel Caucaso. Il suo libro “Mosca-Grozny: neanche un bianco su questo treno” (2006, Salerno Editrice) ha vinto il Premio Antonio Russo  e il Premio Maria Grazia Cutuli. Dal 2007 al 2011 ha lavorato a Torino come caporedattore del Servizio Esteri. Attualmente è responsabile dei contenuti digitali della redazione romana per il sito www.lastampa.it

Rassegna stampa
del 1 ottobre

Quello che Putin non dice - Franco Venturini - Corriere della Sera

Ripartiamo dalla maternità - Barbara Stefanelli - Corriere della Sera

"Ma dopo anni si intravede uno spiraglio" - Int. a De Mistura di Massimo Gaggi - Corriere della Sera

"No ai fondamentalisti in nome del Vangelo" - Int. a Walter Kasper di G.Guido Vecchi - Corriere della Sera

Padri naturali - Massimo Gramellini - La Stampa

Alla casa non serve solo meno fisco - Franco Bruni - La Stampa

Burocrazia, un dietrofront tra le vigne - Michele Brambilla - La Stampa

Perché difendo Obama l'indeciso - Thomas L. Friedman - La Repubblica

Libia, l'occidente cambia inviato - Vincenzo Nigro - La Repubblica

Gender, la fabbrica del pregiudizio - Maria Novella De Luca - La Repubblica

Le 2 Chiese divise su divorzio e famiglia - Paolo Rodari - La Repubblica

C'è un problema tra l'Italia e la Francia - Non solo Libia e non solo Siria - Il Foglio

Separati, non abbandonati - Maurizio Crippa - Il Foglio

La forza di vivere - Marina Corradi - Avvenire

Se questa è democrazia - Sotto attacco - Il Fatto Quotidiano 

Giannini: "Partita la caccia, il premier ha slegato i cani" - Int. a Massimo Giannini - Il Fatto Quotidiano

Mare nostro - Stop trivelle - Il Manifesto

"300 mila firme non bastano" - Int. a Pippo Civati di Daniela Preziosi - Il Manifesto



 


La Nuova Ecologia - il mensile di Legambiente di luglio-agosto 2015




Attenuare il rischio climatico rinaturalizzando le città. Adottare stili di vita flessibili per
vivere meglio e sprecare meno. Sorella resilienza. Così possiamo cogliere la sfida del cambiamento e salvaguardare la casa comune dell'umanità. All'interno un'intervista a James Lovelock. 


sito de La nuova ecologia

Riascolta

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key