Radio3

Contenuti della pagina

Armenia, il popolo dell'Arca

slcontent

Un lungo percorso, tra reperti archeologici, codici miniati,opere d'arte e illustrazioni, per svelare la civiltà armena dalle sue origini alla modernità. Questo l'obiettivo della mostra 'Armenia. Il popolo dell'Arca', in programma al Complesso del Vittoriano di Roma, realizzata in occasione del centenario del genocidio degli armeni, dall'Unione Armeni d'Italia.

L'esposizione vuole essere "un omaggio ad un popolo che, nel 301, per la prima volta nella storia, ha fatto della religione cristiana la religione di Stato". Un popolo che è stato "un baluardo ai confini dell'Occidente contro tutte le barbarie e che può essere considerato il popolo dell'Arca".

Il popolo armeno, la cui storia si intreccia al cristianesimo, vanta una delle più floride culture del mondo antico. La sua storia affonda le origini nella tradizione biblica del Diluvio Universale. E' proprio alle pendici del monte biblico dell'Ararat, sulla cui cima si era arenata l'Arca di Noé, che nel VII secolo a.C. si formò il popolo armeno. Ancora oggi il monte Ararat è un richiamo simbolico fondamentale per l'Armenia.

L'esposizione, curata da Vartan Karapetian, si articola in sette sezioni: si passa dalla conversione degli armeni al cristianesimo ai rapporti tra l'Italia e l'Armenia. Nella sesta sezione, poi, vengono messi in luce, attraverso materiali multimediali, gli elementi essenziali del genocidio degli armeni avvenuto nel 1915.

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key