Radio3

Contenuti della pagina

Libertà

slcontent

“….Sono nato per conoscerti Per chiamarti Libertà.” (Paul Eluard)

 

Una eredità senza testamentoQuesto sabato partiamo con Laura Cleri che porta in scena lo spettacolo teatrale Una eredità senza testamento tratto dal libro Al vento del Nord. Una donna nella lotta di Liberazione di Laura Seghettini, oggi novantenne. In un’aula scolastica una maestra racconta di una donna che all’età di vent’anni, nel 1944, decide di salire sui monti per andare a combattere con i partigiani entrando a far parte della 12ª Brigata Garibaldi che agisce sull’Appennino Tosco Emiliano dove nasce un profondo legame sentimentale con il comandante della Brigata, Facio (Dante Castellucci), che per circostanze oggi ancora da chiarire, dopo un processo sommario, istituito da un tribunale di guerra, viene condannato a morte e fucilato.
La Resistenza è stata un evento complesso, difficile da rinchiudere in un libro di testo per le scuole. Il teatro, ci permette di avvicinare le vite di quei giovani che hanno affrontato con le loro forze una prova di cui non era possibile misurare la durezza. Quelle donne e quegli uomini hanno messo in gioco le loro stesse vite, nel bene come nel male, fino ad arrivare, in molti casi,  alla morte.

 

Italy - Sacro all'Italia ramingaGiuseppe Battiston e Gianmaria Testa tornano di nuovo insieme in palcoscenico, attraverso la poesia e le parole di Italy un poema composto nel 1904 da Giovanni Pascoli, ma anche attraverso la musica e le canzoni dello stesso Gianmaria Testa che al tema delle migrazioni contemporanee ha dedicato un intero album, Da questa parte del mare.
Pascoli racconta le condizioni di un’Italia lontana nella storia e nella memoria; un’Italia che sotto la morsa della povertà lascia andare i suoi figli in cerca di fortuna e li manda lontano a edificare un nuovo mondo, a confrontarsi con una società che non li vuole e che li vede stranieri in ogni luogo, “orfani del mondo”. Nasce così, oggi: Italy - Sacro all'Italia raminga che i due protagonisti ci presenteranno oggi dal vivo.

 

Il primo appuntamento musicale ci porta a conoscere l’ensemble Silete Venti!. L’orchestra nasce a Milano nel 2004 per approfondire lo studio del periodo barocco e classico. Un lavoro che accomuna la parte esecutiva, esclusivamente affidata agli strumenti antichi, a quella teorica e didattica attraverso la ricerca di fonti antiche e la conoscenza dei vari contesti storico-culturali.
Silete Venti!  si caratterizza nell’unire l’uso di strumenti originali a una grande attenzione verso le tecniche esecutive non ancora utilizzate  restituendo così il “sound“ originale dell’epoca.
Nell'autunno di due anni fà, con Vivaldi e le Putte di coro, l'orchestra ha iniziato un percorso indirizzato alla ricerca dei suoni vivaldiani, proseguito con la pubblicazione del lavoro Vivaldi e L’angelo d’avorio. Questo sabato sarà proprio il repertorio composto da Antonio Vivaldi ad invadere il nostro auditorium.

 

La coppia Alessandra De Santis & Attilio Nicoli Cristiani fondatori del Teatro delle Moire, giunti alla quindicesima edizione del loro Danae Festival, per affrontare la crisi, che decurta anno dopo anno risorse e contributi, hanno scelto di pensare ad un teatro che non vada solo “consumato” ma soprattutto “accudito”.  Si accingono quindi a realizzare un festival non solo dedicato a progetti inediti, ma anche a spettacoli già compiuti che sono stati ingiustificatamente poco visti. Non mancheranno le novità come quella proposta dall’inedita coppia formata da Milena Costanzo e Gianluca De Col per un progetto dedicato alla poetessa Anne Sexton.

 

Marco Bacci ci porta al cinema con Nella casa per la regia di Francois Ozon.

 

“I canti sono nati per essere cantati, non per essere letti”: da questa elementare riflessione ha avuto inizio tre anni fa il progetto musicale Tant’amuri r’unni veni. Canti d’amore, di dolore e di speranza del popolo in Sicilia una raccolta di 27 canti popolari provenienti da varie sillogi per lo più ottocentesche (Pitrè, Guastella, Salomone Marino, Avolio, Vigo ed altri) dei quali non si conosce la melodia originale poiché essa, come accade con la maggioranza delle canzoni raccolte in quest’epoca dagli etnografi e dai loro collaboratori, non è stata trascritta insieme al testo. Questo sabato Giada Salerno detta Ciatuzza (voce), Fabio Tricomi (mandolino, marranzano, tamburello, tombak) Stefano Torre (chitarra, tamburello) ci faranno scoprire l’intensità ed il  valore artistico oltre che storico di queste composizioni.

 

Dal pennino al moschetto è la mostra che si apre presso la Biblioteca Comunale di Rufina (FI), dal 20 aprile al 30 maggio all’interno di Aprile Resistente 2013 organizzata da Anpi Rufina insieme alla Sezione Martiri di Berceto Rufina (Firenze) e il Comune di Rufina.

 

Il grande jazz di Felice Clemente – tra i più noti e acclamati sassofonisti e clarinettisti del panorama jazzistico italiano ed internazionale – unito al tango ed al folklore sudamericano di Javier Pérez Forte – chitarrista argentino conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo – si ritroveranno oltreoceano per una tournée che vedrà impegnati i due musicisti negli Stati Uniti d’America, dal 24 al 29 aprile 2013 anche in occasione dei festeggiamenti per la Giornata Mondiale del jazz del 30 aprile indetta dall’Unesco. Ma prima di allora eccoli con noi a chiudere questa puntata con l’esecuzione dal vivo di alcuni brani tratti dal loro ultimo progetto: Aire Libre.


Credits

Un programma di Elio Sabella
In redazione Lilli Minutello
Conduce Maya Giudici

ASCOLTACI IN

Istantanee da Piazza Verdi

Come eravamo

Immagini dalle puntate

ci trovi anche qui

AVVISI AI NAVIGANTI

 

 Imperdibili


Festival:  “Gender Bender Festival” 12a edizione, Bologna, 25 ottobre – 2 novembre, http://www.genderbender.it/


Arte:
Joan Jonas “Light Time Tales”  1 ottobre 2014 – 1 febbraio 2015, Hangar Bicocca, Milano;

 

Libro: “Il teatro dei risvegli” a cura di Fulvio De Nigris e Cristina Valenti, resoconto di  tre anni di laboratori teatrali alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris;

PIAZZA VERDI

 "Il valore della cultura"

 articolo 9

piazzaverdi@rai.it

Riascolta

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key