Radio3

Contenuti della pagina

Lettere 9 - 15 febbraio

slcontent

Gentile redazione,
vi seguo sempre con molto interesse e vi ringrazio per il contributo che date alla mia persona. Critica verso la chiesa, tuttavia innamorata della comunità' cristiana per quanto di fecondo opera in essa ,ho vissuto le dimissioni di Benedetto XVI con tristezza inquieta. Tristezza ,per aver colto l'umanità di un anziano uomo ferito, inquieta per il peso delle responsabilità che i cattolici, penso ,debbano portare su questa estrema decisione. Ho seguito questo Papa attraverso i suoi magnifici scritti. Lo ho amato come studioso e intellettuale. Da grande teologo penso che abbia verificato di persona quanto il magistero del Papa sia lontano dalla figura del servus servorum  che si era riproposto di adottare al momento della sua elezione. Il suo gesto dettato dal bisogno di salvare la chiesa, manifestazione di Cristo ,dalle correnti interne mi chiama in causa. Ascoltando un vostro podcast del 26/11/2011 Manca il respiro nella chiesa cattolica?  Ho riflettuto su come il Papa non sia mai stato compreso. Nella trasmissione si sottolineavano delle necessita'  che sento di condividere: l'importanza della collegialità', il bisogno di togliere l'alone di monarchia al Papa per restituirgli un' immagine  evangelica. Credo che le critiche fatte in trasmissione a Benedetto XVI siano oggi contraddette dai fatti. Non voleva essere un monarca, ha fatto del Vangelo il motivo di questa decisione; probabilmente ha anche cercato la collegialità', ma si e' sentito respinto. E noi, popolo di Dio,  lo abbiamo lasciato solo.
Ancora grazie e un caro saluto a tutti.
Stefania Brianti
_________________________________________________________________________________________________________________ 

Tommy, un cane. Viveva da anni con la sua padrona, Maria.  Da quando lei morì,  Tommy si recava tutti i giorni nella chiesa dove l’aveva accompagnata seguendo il funerale; sperava di rivederla ancora. Ma il tempo passava, e  lei non tornava.  Allora Tommy si lasciò morire. Di dolore…
Questo fatto recente mi  ha richiamato alla memoria quanto disse anni fa Sergio Quinzio: “Guardate negli occhi un cane che muore, e vergognatevi di tutte le vostre filosofie”.


______________________________________________________________________________________________________________


Salve mi chiamo Anna Maria e sono un'ascoltatrice del programma domenicale, leggere la Bibbia, un sincero grazie perché  il vostro programma e' "cibo per l'anima" e non ce ne sono altri!!! ..........................................

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key