Radio3

Contenuti della pagina

Questioni

slcontent


Giappone 2 
L'arcipelago dei fiori di loto
con Massimo Raveri




Tokio, la via del pellegrinaggio al Tempio
di Hossein Golba




Torniamo con Massimo Raveri a ragionare delle varie correnti di spiritualità che nel Giappone dal 700 al 1500 circa sono penetrate per vie soprattutto commerciali, e che lì si sono insediate, fuse, contrastate, vivificate reciprocamente, fino a darci un “pensiero” complesso, articolato, ricco, e in perenne movimento.
Troveremo così un buddhismo del distacco e uno dello sguardo compassionevole verso i dolori del mondo; la proposta di una via di perfezione e di una che si mescola alla materia umana incandescente; l’aspirazione al vuoto del nirvana e quella a una gioia del paradiso. Troveremo anche un buddhismo in sono accolti i peccatori che si salvano solo per fede ...
E poi scintoismo, taoismo, confucianesimo, e infine zen: la bellezza e le arti. In che forme è rimasto questo ricco patrimonio spirituale nel Giappone contemporaneo?



Suggerimenti di lettura
Massimo Raveri, Il pensiero giapponese classico, Einaudi 2014
Daisetz T. Suzuki, Lo Zen e la cultura giapponese, Adelphi 2014

Sutra del Loto, a cura di Francesco Sferra e Luciana Meazza, BUR 2002




Parole 
Il tascolorare dei fiori di sala svela la legge dell'ascesa e della rovina di coloro che hanno cercato e raggiunto il potere. Il loro orgoglio non dura a lungo e la loro gloria è come il sogno di una notte di primavera. Anche i potenti alla fine periscono, e svaniscono come sabbia nel vento.
                                                           
Heike monogatari

Se qualcuno ti chiede del significato ultimo dell'esistenza e della purezza della mente, parlagli del mondo, parlagli di desiderio  e di illusioni; e se qualcuno ti chiede del mondo, parlagli dell'assoluto e della perfezione della santità.
                                                            
Huineng

Se finanziare la costruzione di templi e di statue è la condizione per salvarsi, allora i poveri non hanno speranza; se la sapienza è la condizione per salvarsi, allora gli stolti non hanno speranza; se una profonda conoscenza della dottrina è la condizione per salvarsi, allora gli  ignoranti non hanno speranza; se l'osservanza dei precetti è la condizione per salvarsi, allora i disobbedienti non hanno speranza. 
Ma pochi sono i ricchi, i saggi, i sapienti, gli osservanti, e invece molti sono i poveri, gli stolti, gli ignoranti, i disobbedienti.
Per questo il Buddha Amida ha insegnato a invocare il suo Nome, come un atto di vero abbandono di sé, l'unico atto che porta tutti alla salvezza.
Perché il Buddha Amida non ha fatto il suo voto per i buoni, che hanno i mezzi spirituali per salvarsi. Lo ha fatto perché ha avuto compassione degli ultimi, anche dei peggiori peccatori e trasgressori del Dharma, che non hanno nessun' altra speranza per salvarsi. E la sua compassione non verrà mai meno.
                                                               
Honen

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key