Radio3

Contenuti della pagina

Questioni

slcontent

Norouz. L’anno che inizia a primavera
con Alberto Negri, Parisa Nazari




Un bassorilievo dell’antica Persepoli : un leone che attacca un toro




Vi sono civiltà, nel mondo, che danno inizio all’anno civile non nel solstizio d’inverno, quando la luce, sopraffatta dalla notte,  comincia appena a liberarsene, ma nell’equinozio di primavera, quando la luce, comincia ad avere il sopravvento sul buio. Tra queste, quella iraniana e di molti paesi dell’Asia centrale, dove in questi giorni si festeggia l’inizio del nuovo anno. Con l’aiuto di Alberto Negri , conoscitore e appassionato di queste civiltà, ripercorreremo l’origine di questa festa, che si perde nelle leggente e nei miti zoroastriani dell’antica Persia , ma che sopravvive fino ai giorni nostri, e che anche i regimi islamici hanno dovuto accettare come festività irrinunciabile per molti popoli. Parisa Nazari ci racconterà i suoi ricordi del Norouz persiano, e come viene celebrato oggi nella comunità romana.




Suggerimenti di lettura
Alberto Negri, Il turbante e la corona. Iran, trent'anni dopo,  Marco Tropea 2009
Ferdousi, Il libro dei Re (Shah – Nameh) , Versione in lingua italiana moderna e in endecasillabi sciolti, Semar  2003
Hafez, Ottanta canzoni, Einaudi 2008
Hugo von Hofmannsthal, Canto di vita e altre poesie, Einaudi 1975
Adriana Zarri, Con quella luna negli occhi, Einaudi 2014



Parole
Noi ti riconosciamo, o Ahura Mazda, per la forma più bella tra le forme: questo cielo luminoso (Yasna 36.6).

Corre il vento di primavera
Per viali spogli.
Vi sono strane cose
Nel suo soffiare.
Si è cullato
Dove c’era pianto,
E insinuato carezzevole
Tra chiome scomposte …
                                         Hugo von Hofmannsthal

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key