Radio3

Contenuti della pagina

Speciale Religioni e Violenza - Il sangue di Dio - Roma 13 febbraio 2011

slcontent

Il sangue di Dio. Religioni e violenza
con
Maria Cristina Bartolomei, Enzo Bianchi, Benedetto Carucci Viterbi, Daniele Garrone, Stefano Levi Della Torre, Alberto Ventura
Domenica 13 febbraio 2011

 

Le religioni continuano, anche nel tempo della secolarizzazione globale, ad alimentare violenze, aggressioni, divisioni, stragi in molte parti del mondo. È sempre più evidente che i moventi delle tensioni vano ricercati soprattutto in questioni di ordine politico, sociale, culturale. Tuttavia è vero anche che le diverse appartenenze alle fedi sembrano fomentare i contrasti invece che spegnerli, cementare sussulti identitari invece di creare distensioni. Perché? È dentro le Scritture dei vari “credo” che va cercata l’origine delle conflittualità? O nel modo in cui le Scritture sono state e sono interpretate? E sarebbe possibile una loro lettura in chiave meno identitaria e più universalistica senza però “tradirne” la portata di “verità” e di “promessa”? Per quali vie sarebbe possibile arrivare a questo?
A un anno dall’inizio di “Leggere la Bibbia” – una lettura sistematica del testo biblico affidata al dialogo con interpreti e lettori delle Scritture di diversa provenienza (ebrei, cattolici, protestanti, musulmani, laici, ortodossi) – si è impost una pausa, per riflettere su alcune parole particolarmente “difficili” che abbiamo incontrato nella lettura del testo: come può un Dio di tutti comandare lo “sterminio” di alcuni popoli? Quale credito è possibile dare alla “verità” di tutti se si ritiene di possedere la verità? È sarà mai possibile coniugare islam e modernità?
Ne abbiamo parlato  in questo speciale di Uomini e Profeti con Maria Cristina Bartolomei,Enzo Bianchi, rav Benedetto Carucci Viterbi, Daniele Garrone, Stefano Levi Della Torre, Alberto Ventura

 

 


Ascolti Musicali
Felix Mendelssohn Bartholdy, Verleih uns Frieden, HARMONIA MUNDI
El Sabio, Cantiga de Santa Maria, ASV
Nicola Porpora, Fiat Pax, LIGIA DIGITAL 
 

 

 

Parole
Dio, dà al re il tuo giudizio,
al figlio del re la tua giustizia; regga con giustizia il tuo popolo e i poveri con rettitudine.
Le montagne portino pace al popolo,
e le colline giustizia.
Ai miseri renderà giustizia,  Salverà i figli dei poveri
e abbatterà l’oppressore.
Il suo regno durerà quanto il sole,
quanto la luna, per tutti i secoli…
                   Salmo 72, 1-7

 

 

Dio non è un Dio di disordine, ma di pace
                                  I Corinzi 114, 33


 

 


Nel giorno in cui Lo incontrerete il vostro saluto sarà “Pace”. Egli vi ha preparato una splendida ricompensa
                                                                                              Corano 33,44

 

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key