Radio3

Contenuti della pagina

Questioni

slcontent

La profezia delle donne
con Elena Loewenthal




“L’altro come te stesso” dovrebbe essere il sentiero luminoso che guida i passi di uomini e donne di fede, come si diceva la volta scorsa con Marc-Alain Ouaknin. E come, in fondo, i profeti non hanno mai smesso di proclamare, con le loro visioni di sventura, inevitabile conseguenza della malvagità degli esseri umani, e con la speranza che vi sia conversione, per avere consolazione. Con Elena Loewenthal riprendiamo in mano i libri dei profeti, in chiave contemporanea: ha un senso la profezia oggi? Quale lingua parla oggi la profezia? Quale verità è in grado di proclamare? E come mai nei testi antichi le “profetesse” – che pure sono esistite – non hanno avuto la dignità di un libro? E’ vero che, come suggerisce Chiara Volpato, il mantenimento delle disparità di genere contribuisce all’arretratezza delle nostre società?
Ma con Elena Loewenthal riapriamo anche un'altra annosa “questione”, a partire dal suo ultimo romanzo:  come continuare a raccontare la Shoà? Come fare i conti con “qualcosa che non passa”? Dimenticare non si può. Ricordare continuamente nemmeno … Forse c’è un’eco di profezia nel raccontare quello che è stato, perché sia monito alle generazioni?







Suggerimenti di lettura
Elena Loewenthal, I dodici profeti, Einaudi 2013
Elena Loewenthal, La lenta nevicata dei giorni, Einaudi 2013
Chiara Volpato, Psicologia del maschilismo, Editori Laterza 2013





Parole

Odio, mi ripugnano i vostri sacrifici festivi. Disprezzo le vostre offerte. Presentatemi pure olocausti e doni. Non li voglio. Toglietemi di torno i vostri canti esuberanti, la melodia delle vostre corde non voglio ascoltare. Sgorghi piuttosto la giustizia come acqua e il diritto come un torrente impetuoso.
                                                                           Amos, capitolo 5

E quella neve grigia, lenta e pesante coprì ben presto anche le fosse comuni, cancellò ogni traccia di terra smossa, seppellì le chiazze di campi e boschi, snudate dalle vanghe e rivestite di cadaveri. Palate di vite sparite nel nulla. Nulla rimase, nulla si tramandò.
                                                                            Elena Loewenthal

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key