Radio3

Contenuti della pagina

slcontent


XIV GIORNO DELLA MEMORIA


Come ogni anno Radio3, in occasione del Giorno della Memoria – 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz – propone una diretta, dalle 20.30 alle 23.00, in una città italiana (per il 2014 Firenze), in cui la presenza ebraica è stata particolarmente significativa.
Quest’anno sarà il Teatro Goldoni  a ospitare la diretta di Radio3, condotta da Guido Barbieri e Marino Sinibaldi.

 Il viaggio della Memoria è il titolo di una serata ricca di testimonianze e di riflessioni che proporrà al suo interno anche un melologo, prodotto in collaborazione con la Società Amici della Musica “Guido Michelli” di Ancona, il Teatro Stabile delle Marche e la Comunità ebraica delle Marche, tratto dal romanzo Badenheim 1939 di Aahron Appelfeld.
Il melologo, intitolato Il vento, dopo l’ultimo treno, con musiche originali di Mauro Cardi eseguite dal vivo dal Freon Ensemble, avrà come voce recitante il grande attore Carlo Cecchi.
 Filo conduttore di un appuntamento, in cui si intrecceranno riflessioni e ricordi, sarà quest’anno il tema del viaggio, in particolare quello in convogli ferroviari piombati che con tanta frequenza compaiono nelle memorie dei sopravvissuti della Shoah e che costituiscono per ognuno di noi immagini indelebili.
Saranno ospiti della serata gli ex deportati Andra e Tatiana Bucci, Antonio Ceseri e Marcello Martini, gli storici Marta Baiardi e Giovanni Gozzini e l'antropologo Ugo Caffaz, ideatore e coordinatore del Treno della memoria della Regione Toscana.


21 gennaio
Kitty Braun Falaschi, ex deportata. Aveva 9 anni quando fu arrestata a Mestre con la sua famiglia nel gennaio 1945. Dopo qualche giorno di reclusione nel campo della  Risiera di San Sabba,  viene trasferita nel campo di concentramento di Ravensbrück, a nord di Berlino. Tra il 27 e il 28 aprile 1945 il campo di Ravensbrück fu evacuato, e Kitty viene trasferita nel campo di Bergen Belsen  dove il 15 aprile 1945 arrivano gli Alleati.
Nel 2011 ha raccolto i suoi ricordi in Kitty Braun, “La mia testimonianza”.

Andrea Bartali figlio di Gino e fondatore della Fondazione Gino Bartali "Il postino della pace"


22 gennaio
Nicola Montez (Piacenza, 1976). E’ docente all’Università cattolica di Milano. Parallelamente ai suoi studi umanistici si è dedicato alla musica diplomandosi in organo e in composizione. Ha scritto per Archinto  L’armonia delle tenebre. Musica e politica nella Germania nazista (2013) e Parsifal e L’Incantatore. Ludwig e Richard Wagner (2010).

Gabriele Nissim  è presidente di Gariwo, "la foresta dei Giusti" che ricerca in tutto il mondo i Giusti di tutti i genocidi. Sarà presente al meeting della Regione Toscana "Chi salva una vita salva il mondo intero. Alla ricerca dei Giusti" (Firenze, 27 gennaio 2014)


23 gennaio
Camilla Brunelli ( Firenze nel 1957) E’ la direttrice del Museo della Deportazione e Resistenza di Prato che ha contribuito a realizzare nel 2002.
Il Museo, inaugurato dal Presidente della Repubblica Ciampi , è tra i pochissimi esistenti in Italia dedicati alla memoria della deportazione. Dal 2008 Brunelli collabora nella sua veste di direttrice con la Regione Toscana per i grandi eventi  in occasione del Giorno della Memoria (Treno della Memoria per Auschwitz, Grande Meeting al Mandela Forum, Mostra su Adolf Eichmann, Viaggio studio a Berlino per 100 insegnanti, Musica e regime). E’ autrice di numerosi saggi di carattere storico.
Marco Borghi, direttore dell'Istituto Veneziano per la Storia della Resistenza

Il Museo della Deportazione e Resistenza di Prato è tra i promotori dei Viaggi della memoria nei campi di concentramento e di sterminio.


24 gennaio
Dimitri D’Andrea Ricercatore di Filosofia politica presso il Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Firenze. Dal 2005 al 2011 ha ricoperto l’incarico di Presidente del Forum per i problemi della pace e della guerra di Firenze
 
Renata Badii  Dottore di ricerca in Filosofia politica, attualmente lavora come assegnista di ricerca presso l’Istituto DIRPOLIS della Scuola di Studi Superiori e di Perfezionamento Universitario Sant’Anna di Pisa. Ha insegnato Holocaust Studies nel programma Study Abroad delle sedi fiorentine di diverse Università americane ed è membro del Comitato Esecutivo del Forum per i problemi della pace e della guerra di Firenze.
 
Il Forum per i problemi della pace e della guerra è una ONG fiorentina, riconosciuta dalle Nazioni Unite e dal Ministero degli Affari Esteri italiano. Costituito da studiosi afferenti a molteplici discipline, appartenenti prevalentemente all’Università di Firenze e ad altre Università italiane, il Forum è impegnato negli ambiti della ricerca, della formazione e della divulgazione scientifica relativamente ai macrotemi della promozione della pace e dell’analisi dei conflitti sociali e politici.
25 gennaio
I violini della speranza. Il 27 gennaio 2014, in occasione del sessantanovesimo anniversario della liberazione dei deportati dal lager di Auschwitz, l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane insieme all’Università Ebraica di Gerusalemme e all’Associazione BrainCircleItalia, sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri, organizza un evento di grande portata simbolica. Un’iniziativa che, dalla memoria della Shoah, vuole costituire un momento di riflessione collettiva su tutti i genocidi e i crimini contro l’umanità, ma soprattutto un invito alla pace e alla speranza. Per l’occasione suoneranno insieme, per la prima volta in Italia, (nella Sala Sinopoli dell'Auditorium Parco della Musica di Roma) dodici violini e un violoncello sopravvissuti alla Shoah, ciascuno con la sua storia drammatica, ritrovati e restaurati dal liutaio israeliano Amnon Weinstein. 
26 gennaio
Uomini e Profeti, in onda alle ore 9,30 ospita Sara Valentina di Palma autrice della ricerca "Se questo è un bambino. Infanzia e Shoà" che si è posta una domanda particolare: non solo che cosa accadde, ma come i bambini hanno vissuto questa esperienza. Inoltre Marco Cavallarin è promotore di una petizione perché non vada perduta la memoria di Sciesopoli di Selvino, in provincia di Bergamo, dove fra il 1945 e il 1948 vari cittadini, ex partigiani, ebrei, soldati dell’esercito britannico, comunità ebraiche, semplici cittadini diedero vita a un complesso che divenne centro di accoglienza e di educazione di 800 bambini ebrei, orfani della Shoà, provenienti da ogni parte di Europa.

"Il giardino dei Finzi Contini" di Vittorio De Sica è il film che Hollywood Party manderà in onda alle ore 19.00
27 gennaio



Guarda la galleria fotografica >>
Il Concerto del Mattino, alle ore 12.00 tramette  "Il piccolo mestiere di morire", pagine dal diario di Dora Klein, con voce narrante Paola Gioia Conca Bonizzoni, al pianoforte Giuseppe Andaloro

Wikiradio racconta con Marcello Pezzetti  "La liberazione di Auschwitz"

In diretta, dalle 20.30 alle 23.00, dal Teatro Goldoni di Firenze, "Il viaggio della Memoria" una serata ricca di testimonianze e di riflessioni che proporrà al suo interno anche un melologo, tratto dal romanzo Badenheim 1939 di Aahron Appelfeld "Il vento, dopo l’ultimo treno", con musiche originali di Mauro Cardi eseguite dal vivo dal Freon Ensemble, avrà come voce recitante il grande attore Carlo Cecchi.
Saranno ospiti della serata, condotta da Guido Barbieri e Marino Sinibaldi, gli ex deportati Andra e Tatiana Bucci, Antonio Ceseri e Marcello Martini, gli storici Marta Baiardi e Giovanni Gozzini e l'antropologo Ugo Caffaz, ideatore e coordinatore del Treno della memoria della Regione Toscana

Credits

a cura della redazione
Radio3 Suite
per il web:
Paolo De Chellis
Alessandro Petrocco
Benedetta Annibali

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key