Radio3

Contenuti della pagina

RICREAZIONI. Artisti per Mirandola

slcontent

Il titolo RICREAZIONI rimanda all’idea di creazione artistica, rappresentata dai nove artisti invitati a partecipare al progetto, e contemporaneamente a quella di ri-costruzione di un territorio, ma anche di una comunità e di un'identità fortemente incrinate dal terremoto, e infine al concetto di “pausa”, come quella della ricreazione scolastica, in cui concedersi il tempo di riflettere e la possibilità di immaginare.

La mostra, a cura di Elisabetta Modena e Valentina Rossi, espone le opere degli artisti emiliani Davide Bertocchi, Flavio Favelli (foto1: "1982"), Claudia Losi (foto 2: "cosa hai perso?") (foto3: "cosa hai trovato?") e Chiara Pergola (foto 4: "testa d'uomo"), protagonisti di un percorso espositivo che si snoderà fino al 16 giugno nel centro storico della città, accompagnato da un articolato programma didattico dedicato ai bambini delle scuole primarie e secondarie di primo livello curato da Giulia Marchetti e Chiara Baldassarri.















La mostra ed il relativo progetto didattico si interrogano sul tema della casa e del suo significato, dopo che il terremoto della primavera scorsa ha ferito, oltre agli edifici e alle infrastrutture, anche le più profonde sicurezze di chi abita questa terra. La prima scossa delle 4 del mattino di domenica 20 maggio ha colto tutti nel sonno, e ha sconvolto per sempre l’idea di pace e inviolabilità dello spazio più intimo. La quotidianità e la comune riconoscibilità della differenza tra territorio privato e pubblico sono state messe in discussione nei mesi immediatamente successivi a favore di una condivisione o promiscuità che ha destabilizzato le comunità che abitano questi luoghi. Molti emiliani sono oggi abituati a ragionare ad un “prima” e un “dopo”: il terremoto ha cambiato tutto, anche la concreta dimensione di ricordi, valori, immagini, profumi, colori e riti connessi alla dimensione della casa, ormai spezzati da una ricostruzione che prevede inevitabilmente tempi lunghi.

Il progetto RICREAZIONI ha compreso anche un secondo intervento, il progetto parallelo "RICREAZIONE. Cinque artisti per il Liceo Pico e l’Istituto Luosi di Mirandola", che ha coinvolto altri cinque artisti: Stefano Arienti, Cuoghi Corsello, Emilio Fantin, Eva Marisaldi e Il Prufesur, che dal 18 febbraio al 18 marzo 2013 hanno incontrato gli studenti del Liceo Pico e dell’Istituto Luosi di Mirandola, presentando progetti artistici realizzati anche con la collaborazione degli studenti stessi.

Le opere, che saranno visibili al pubblico il 21 aprile in occasione dell’inaugurazione della mostra RICREAZIONE. Quattro artisti per Mirandola, diventeranno parte integrante della sede scolastica attualmente sita nei container di Via 29 maggio, intitolata al giorno del terremoto che ha distrutto la città.

Le due iniziative, la prima coordinata dall’Associazione Culturale Abaco, la seconda dal Liceo Pico – Istituto Luosi di Mirandola hanno la matrice comune costituita dalla volontà di coinvolgere artisti contemporanei di fama nazionale ed internazionale ad operare sul territorio e dal progetto didattico di collaborazione con gli studenti delle classi primarie e secondarie della città stessa.

Le opere, re-interpretando lo spazio pubblico, sono pensate per crescere ed essere traccia concreta del loro passaggio nel centro storico della città e nella “nuova città”, che appare oggi come in attesa di una sua nuova vita, di una RICREAZIONE.

Un catalogo-libro d’artista, pubblicato da Fortino Editions in edizione limitata, accompagna e raccoglie testimonianza dell’evento. Il volume assume la forma di una nuova guida della città di Mirandola su cui gli artisti interverranno con progetti, bozzetti e rielaborazioni creative e documenta anche gli incontri svolti presso il Liceo Pico e l’Istituto Luosi.

 

www.iisgluosi.com

Credits

Un programma a cura di Cettina Flaccavento
Conduce Elena del Drago

A3 su facebook




Riascolta

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key