Radio3

Contenuti della pagina

A stelle e stringhe

09/07/2013

slcontent
Quando ne parliamo, di solito usiamo il singolare. Ma l’universo al quale apparteniamo, secondo alcuni cosmologi, potrebbe non essere l'unico ad esistere. Là fuori ce ne potrebbero essere moltissimi altri e formare, col nostro, un multiverso. È una delle conseguenze della teoria delle stringhe, che cerca di conciliare relatività generale e meccanica quantistica. Ce la spiega Brian Greene, cosmologo alla Columbia University, in Italia per ritirare il Premio Merck Serono 2013 assegnato al suo libro La realtà nascosta. Universi paralleli e leggi profonde del cosmo (Einaudi 2012).

Al microfono Paolo Conte.


Gli altri libri di Brian Green pubblicati in Italia:

- L'universo elegante. Superstringhe, dimensioni nascoste e la ricerca della teoria ultima (Einaudi 2000)
- La trama del cosmo. Spazio, tempo, realtà (Einaudi 2006)

Brian Greene è anche tra i curatori e animatori del Festival delle Scienze di New York. Qui il sito:
http://www.worldsciencefestival.com/


Per il Convegno Internazionale di Studi Mathematics and Quantum Physics all'Accademia dei Lincei (8-12 luglio), cliccare qui: http://cmtp.uniroma2.it/13MQP/ 

Per le Public Lectures di Noam Elkies e Alain Connes, (rispettivamente oggi e giovedi 11, alle ore 19:00) in via della Lungara 230, cliccare qui: http://cmtp.uniroma2.it/13MQP/public_lectures.php


 

Credits

A cura di Rossella Panarese
In regia Costanza Confessore
In redazione Paolo Conte, Matteo De Giuli, Roberta Fulci, Marco Motta

SOCIAL


 

RSS

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key