Radio3

Contenuti della pagina

Alfonso d'Este, le immagini del potere

slcontent

Alfonso I d’Este (1476-1534) è un caso esemplare del rapporto strettissimo esistente, nell’Italia rinascimentale, tra mecenatismo artistico e attività politica: il terzo duca di Ferrara non fu solo uno degli indiscussi protagonisti della storia europea, ma anche uno dei più illuminati e originali mecenati delle arti del suo tempo, capace di porre Ferrara al centro della vita culturale italiana, potendo contare su una serie di «artisti di corte» di indiscusso prestigio (Ercole de’ Roberti, Antonio Lombardo, Dosso Dossi) e rivolgendosi all’esterno ai massimi protagonisti della maniera moderna (da Raffaello a Fra Bartolomeo, da Michelangelo a Tiziano).
Si delinea il profilo di un committente d’eccezione, in grado di unire una profonda passione per le arti alla capacità di piegare pittori, scultori e miniatori ai propri fini politici: così lo studio dei marmi di Antonio Lombardo viene letto come una risposta alla congiura ordita da don Giulio d’Este, le miniature del Libro d’ore di Alfonso I come una testimonianza della vera e propria guerra per immagini ingaggiata con papa Giulio II, mentre il Cristo della moneta di Tiziano diventa un’arma ideologica nel duello che ha contrapposto il duca estense a Leone X. Del camerino delle pitture, l’impresa più prestigiosa del mecenatismo di Alfonso I, è sviscerata la complessa iconografia dei dipinti di Giovanni Bellini, Dosso e Tiziano, incentrata sulle figure di Bacco, Venere ed Enea. Infine, si dà conto di altre importanti commissioni ducali, dal Giove, Mercurio e la Virtù di Dosso, per la delizia del Belvedere, alle opere richieste a Michelangelo, come la Leda.

 

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key