Radio3

Contenuti della pagina

Questioni

slcontent

Francesco d’Assisi: povertà, minorità, fraternità
con Brunetto Salvarani



                                   Dario Fo da "Lu Santo jullare Franzesco"


Francesco d’Assisi: il “santo”  forse più celebrato dalla cristianità, ma anche quello più conteso, più travisato, più contraffatto: l’uomo di cui si è fatta leggenda, ma anche uno dei più fedeli interpreti del Vangelo di Gesù. Come fare a ricostruire intorno a lui un po’ di verità? In primo luogo ricorrendo ai suoi scritti autentici: che non sono i Fioretti, ma alcune lettere, omelie, il Cantico di frate Sole, le due Regole (quella senza approvazione papale, e poi quella con approvazione papale), e soprattutto il Testamento, in cui oltre a raccontare la sua storia invita i fratelli a tenere quelle parole scritte di suo pugno assieme e alla pari con la Regola approvata dal papa, in cui era stato costretto ad alcuni compromessi. Ne pariamo con Brunetto Salvarani, teologo, particolarmente attento al dialogo interreligioso, che ha recentemente curato gli scritti editi di Francesco. Da cui emergono con chiarezza, le “parole chiave” del povero di Assisi: povertà, minorità, fraternità, obbedienza. Un bel modo per intendere oggi la vita cristiana, e forse per intendere la vita.


Suggerimenti di lettura
Francesco d'Assisi - Guardate l'umiltà di Dio -   Tutti gli scritti di Francesco d'Assisi, a cura di Brunetto Salvarani
Massimo Cacciari, Doppio ritratto. San Francesco in Dante e Giotto, Adelphi 2012 
Chiara Furgoni, Vita di un uomo: Francesco d'Assisi, Einaudi 2005




Link
http://pierostefani.myblog.it/il-pensiero-della-settimana/

http://www.festivalfrancescano.it/





Parole
Ordino fermamente a tutti i frati che in nessun modo ricevano denari o pecunia direttamente o per interposta persona. Tuttavia per le necessità dei malati e per vestire gli altri frati, i ministri soltanto e i custodi per mezzo di amici spirituali, abbiano sollecita cura secondo i luoghi, la circostanza, il clima delle regioni, così come sembrerà convenire alla necessità, salvo sempre, come è stato detto, che non ricevano in nessuna maniera denaro o pecunia.
                                                       
  Dalla Regola bollata di San Francesco


Io, frate Francesco piccolo, voglio seguire la vita e la povertà dell'altissimo Signore nostro Gesù Cristo e della sua santissima Madre e perseverare in essa sino alla fine. E prego voi, mie signore, e vi consiglio che viviate sempre in questa santissima vita e povertà. E guardatevi attentamente dall'allontanarvi mai da essa in nessuna maniera per insegnamento o consiglio di alcuno.
                                                            
Ultima volonta' scritta a  Santa  Chiara 

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key