Radio3

Contenuti della pagina

Archivio Storico della Rai

slcontent

Iniziatore, nel nostro paese, del movimento post-weberniano in stretto contatto con l’ambiente di Darmstadt,
direttore d’orchestra specializzato nella musica contemporanea e formidabile suo diffusore in tutto il mondo:
questi gli aspetti salienti della forte personalità di Bruno Maderna, caposcuola indiscusso dell'avanguardia musicale europea del secondo dopoguerra, di cui visse tutte le vicende senza perdere mai il contatto con la storia, come testimonia la sua immensa attività di interprete e revisore del repertorio del passato, soprattutto di Monteverdi e Vivaldi.

Al compositore veneziano, scomparso a Darmstad nel 1973 a soli 53 anni, saranno dedicati questi primi tre appuntamenti di Dicembre dell’Archivio storico della Rai che lo vedono sia come autore sia come interprete.
In particolare in quello di oggi viene presentato il Maderna “veneziano”:  “Canzon per sonar septimi toni a 8 voci” di Giovanni Gabrieli (Registrazione del 6 dicembre 1972), il  “Concerto n.1 per pianoforte e orchestra” di GianFrancesco Malipiero (Registrazione del 6 luglio 1957), laMusica per orchestra n.2” dello stesso Maderna (Registrazione dell’8 aprile 1952) e  “Il canto sospeso” di Luigi Nono (Registrazione del 17 settembre 1960)     

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key