Radio3

Contenuti della pagina

Inaugurazione della casa-museo di Osvaldo Licini

slcontent

Osvaldo Licini è il genius loci di Monte Vidon Corrado e la sua casa, di imminente apertura al pubblico dopo l’intervento di restauro, conserva negli arredi, negli oggetti, negli abiti appartenuti all’artista, l’intensità di un vissuto forte, profondo, volontariamente  trascorso tra quelle mura che si affacciano sul sinuoso paesaggio collinare sovrastato da un’immensa porzione di cielo.


La dimora settecentesca è strutturata su tre livelli: estremamente suggestiva è la cantina, dove Licini teneva le riunioni politiche; al secondo livello vi è la zona giorno che comprende anche un’ampia sala dove custodiva le sue opere; la cucina e il bagno al piano superiore presentano nell’arredo dello spazio una grande modernità, probabilmente dettata dal gusto nordico di Nanny, la consorte svedese anche lei pittrice.
Salendo le scale si compie una sorta di “scalata al cielo”: sul soffitto si ammira la pittura murale realizzata da Licini agli inizi degli anni '40 sui toni freddi dell’azzurro e del grigio, che evoca traiettorie astrali in uno spazio celeste.
Sul terzo livello vi è la zona notte e lo studio con i cavalletti, i colori, la scrivania incrostata di impasti cromatici. È il piano più luminoso, in cui si aprono molte finestre sul paesaggio collinare: guardando oltre i vetri è facile riconoscere scorci riproposti nei dipinti. La camera è in stile costruttivista, sulla parete del letto c’è un’“archipittura” giocata su di un modulo triangolare bianco, arancio su fondo nero. 

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key