Radio3

Contenuti della pagina

Storie

slcontent

La fede in carcere 
con don Sandro Spriano, Gianfranco, Mohammed Khalid Rhazzali





Con parole durissime la Commissione Europea per i diritti dell’uomo ha stigmatizzato il nostro sistema carcerario: L’Italia riserva ai detenuti un “trattamento disumano e degradante”. Quest’oggi affronteremo l’argomento con chi invece giorno dopo giorno, dedica la propria vita alla costruzione di un trattamento umano, Don Sandro Spriano, cappellano del carcere romano di Rebibbia, perché la pratica del proprio culto religioso anche in carcere è sancita come diritto umano inalienabile. Con lui ascolteremo la testimonianza di Gianfranco, che ha scontato una pena di 15 anni, mentre Mohammed Khalid Rhazzali,  ci porterà nel cuore di una realtà della quale è più che mai urgente prendere le misure: L’Islam in carcere. Come viene vissuta la religione nel trattamento penitenziario? La pratica religiosa è uno strumento per colmare ore spaventosamente vuote, oppure proprio nel tempo vuoto nasce l’autentica ricerca del sacro?

 

Suggerimenti di lettura 
J. Beckford, & S. Gilliat, Religion in Prison. Cambridge: Cambridge University Press, 1998
F. Khosrokhawar, J. Beckford, D. Joly, (Eds.), Les musulmanes en prison en Grande Bretagne et France. Louvain: Presses Univ. de Louvain, 2005
M. K. Rhazzali, L’islam in carcere. L’esperienza dei giovani musulmani nelle prigioni italiane, FrancoAngeli 2010 
M. Rosati, V. Fabretti, L’assistenza religiosa in carcere. Diritti e diritto al culto negli istituti di pena del Lazio. Rapporto di Ricerca. Roma: CSPS University of Rome Tor Vergata, 2010

 

Parole
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso. Per il tempo! Invero l’uomo è in perdita. Eccetto per coloro che credono e compiono il bene
       
                                                                                        Corano, Sura 103, Il Tempo

Link
Bjork "My favorite things" nel film "Dancer in the dark" di Lars Von Trier
http://www.youtube.com/watch?v=9GKIVI5sxew

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key