Radio3

Contenuti della pagina

Ori, argenti, gemme e smalti della Napoli angioina 1266 – 1381

slcontent

Tutti i maggiori "tesori" della Napoli angioina per la prima volta riuniti in un'esposizione, esaltati e messi a confronto come mai prima era stato fatto. Questa è Ori, argenti, gemme e smalti della Napoli angioina - 1266-1381 , la mostra curata da Pierluigi Leone de Castris presso il Museo del Tesoro di San Gennaro (Via Duomo, 149,  Napoli) e rappresenta l'occasione per ammirare i più pregevoli manufatti in metalli preziosi di quello che a ragione può essere definito il vero "secolo d'oro" della storia artistica, civile, politica e culturale della città partenopea. Non il Seicento, il Sette o l'Ottocento, i secoli così tanto studiati, esaltati e fatti oggetto di molti studi e molte mostre, bensì, e più ancora di quelli, i cento anni o poco più, dal 1266 al 1381, in cui Napoli divenne per la prima volta, con l'instaurarsi della dinastia francese degli Angiò, una vera e  propria capitale, una delle città più grandi e più popolose d'Europa, un importante crocevia tra le regioni d'Oltralpe e il Mediterraneo, il cuore di un regno autonomo e potente, la sede infine di una corte sfarzosa e sofisticata e il centro pulsante di una feconda cultura artistica e letteraria.


La mostra è l'occasione per studiare meglio questi oggetti, per cogliere non solo il lusso estremo e la ricchezza materiale di questa "arte di corte", ma anche la sua raffinatezza e il suo aggiornato gusto gotico, e per comprendere, attraverso questi elementi,  la grandezza europea della Napoli angioina.

 

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key