Radio3

Contenuti della pagina

05/12/2013 [leggi tutto]

slcontent
MICHAEL THIEKE UNUNUNIUM, Dear Betty Baby, da “Nachtlieder” – Mikroton Recordings CD 31
MARTY EHRLICH LARGE ENSEMBLE, Rundowns And Turnbacks: I. The Ship On The Corner + II. Rundowns, da “A Trumpet In The Morning” – New World Records  80752-2
ELLIOTT SHARP AGGREGAT, Arc Of Venus, da “Quintet” – Clean Feed CF288CD
ULTRA BIDÉ, Anarchy In Your Eyes, da “DNA vs DNA-c” – Alternative Tentacles VIRUS 458 CD
DAVE BRUBECK QUARTET, I’m In A Dancing Mood, da “NDR 60 Years Jazz Edition: Dave Brubeck Quartet” – Moosicus Records 2CD N 1302-2
DAVE BRUBECK QUARTET, Someday My Prince Will Come, da “NDR 60 Years Jazz Edition: Dave Brubeck Quartet” – Moosicus Records 2CD N 1302-2
ZOOT SIMS, The Way You Look Tonight, da “Compatability” – Jump 12 36
EL TOXYQUE/XELIUS/ZENO GABAGLIO, Tai Q, da “Niton” - Pulver & Asche P&A006
HENRY VEGA, Scanner Quartet I, da “Stream Machines” - ARTEksounds ART002
ERDEM HELVACIOĞLU/STUART GERBER, Discrete Inlets (Of Yesterday), da “Esther’s Memory” - Aucourant Records AUREC 1208
ARTURAS BUMŠTEINAS, Hszcz, da “Meubles” - Crónica 081-2013
ERDEM HELVACIOĞLU/STUART GERBER, Cognitive Flotsam, da “Esther’s Memory” - Aucourant Records AUREC 1208
HENRY VEGA, Slow Slower II, da “Stream Machines” - ARTEksounds ART002
EL TOXYQUE/XELIUS/ZENO GABAGLIO, Asna, da “Niton” - Pulver & Asche P&A00

Credits

un programma di Pino Saulo
con Ghighi Di Paola, Giovanna Scandale e Antonia Tessitore

DOMENICA 23 NOVEMBRE 2014
BATTITI DAL VIVO
NILS WOGRAM'S ROOT 70
KAJA DRAKSLER



Doppio appuntamento con la musica dal vivo che ci conduce nel bel mezzo dell'edizione scorsa del festival di Brema Jazzhead!.

Due concerti registrati entrambi il 26 aprile 2014: il live del Nils Wogram's Root 70 & Strings - la formazione guidata dal trombonista tedesco qui ampliata con un trio d'archi - e a seguire l'intenso set proposto dalla pianista slovena Kaja Draksler.

SABATO 22 NOVEMBRE 2014
SPECIALE OGUN RECORDS



Con un'intervista a Hazel Miller, il contributo di Riccardo Bergerone e una testimonianza di Mike Cooper.

Fondata nel 1974 dal contrabbassista sudafricano Harry Miller e la compagna Hazel Miller, Ogun è l'etichetta discografica nata allo scopo di documentare la musica prodotta dall'incontro tra il Jazz sudafricano esiliato a Londra nei primi anni settanta e la crema del Jazz d'avanguardia britannico. A quarant'anni di distanza, grazie alla gestione diretta di Hazel Miller e nonostante la scomparsa di molti dei musicisti di riferimento, la Ogun continua nella sua impresa.

L'intervista è stata registrata presso Blutopia di Roma lo scorso 4 ottobre in una serata arricchita dalla mostra delle copertine dei dischi Ogun a cura di Fabrizio Spera e Roberto Corinaldesi.



Riascolta

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key