Radio3

Contenuti della pagina

LOÏE FULLER, UNA VITA DA DANZATRICE

slcontent




Loïe Fuller è stata, prima di Isadora Duncan, la più famosa danzatrice americana a diventare una grande star in Europa. Come racconta in questo libro – finora inedito in Italia e uscito giusto un secolo fa, nel 1913 –, a trent’anni fu scritturata a Parigi al Folies-Bergère e divenne in pochissimo tempo uno dei miti della Belle Époque. Questa autobiografia è importante non solo per il racconto di quegli anni gloriosi in cui anche Toulouse-Lautrec le dedicò ritratti e disegni, ma anche perché racconta la sua tecnica di danza fortemente influenzata dalla scenografia e dalla illuminotecnica. La Fuller infatti rivoluzionò la danza nel momento in cui potenziò il movimento del corpo integrandolo con ampi tessuti colorati, luci e suoni che ne esaltarono la dinamicità. Da qui nacquero costumi e coreografie a forte impatto visivo che cambiarono definitivamente sia il modo di danzare sia la scenografia e la messa in scena classiche del balletto.
Scrive Elisa Guzzo Vaccarino nella prefazione: «Pioniera dell’interdisciplinarità, oggi praticata e conclamata ovunque nella danza contemporanea, Loïe Fuller, “the Goddess of Light” [...], è capostipite della multimedialità e della virtualità con pragmatismo americano e sofisticazione europea, giocando abilmente con il polimorfismo più ardito e rutilante, dove organico e tecnologico si fondono in perfetta armonia trasfigurata».
Di tutto ciò si parla in questo libro che si colloca, accanto all’autobiografia di Isadora Duncan, tra i classici della letteratura sulla danza.  










Loi
̈e Fuller nacque nel 1862 a Hinsdale, nell’Illinois. Si formò come attrice teatrale, cantante e ballerina in tenera età ed esordì nel 1868 a Chicago. Ottenne grande successo in patria e in Europa, esibendosi a New York, Parigi, Londra, Berlino, Atene. Morì a Parigi nel 1928.

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key