Radio3

Contenuti della pagina

Ricercatori - Giorgio Bardizza e Luca Bettini.

slcontent
Siamo Giorgio e Luca, due ricercatori del CIMAINA, Università degli studi di Milano, che lavorano presso l'area Nanotecnologie all’interno del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia.

 

L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra Museo e CIMAINA, il Centro Interdisciplinare Materiali e Interfacce Nanostrutturati dell’Università degli Studi di Milano, riferimento nazionale per la ricerca di eccellenza sulle nanotecnologie.

 

Si tratta di un vero laboratorio di ricerca in cui i visitatori hanno la possibilità di osservare i ricercatori all’opera, porre loro domande e scoprire il mondo delle nanotecnologie grazie a nano prodotti, exhibit interattivi, installazioni audiovisive e attività educative.

 

L’invito è quindi quello di venire al Museo per “disturbare” i ricercatori, capire cosa sono le nanotecnologie e portare il proprio punto di vista.

 

Il laboratorio è realizzato nell’ambito del progetto europeo NanoToTouch finanziato dal Settimo programma quadro dell’Unione europea – Scienza nella società.

 

Il progetto mira a creare ambienti innovativi in cui il pubblico non specializzato può scoprire e discutere aspetti della ricerca sulle nanotecnologie. I ricercatori “escono” dalle strutture universitarie per portare gli ambienti di ricerca, i laboratori, in sostanza il loro lavoro,  dentro a musei scientifici e science centre, a contatto con il pubblico.

 

Tre musei scientifici e tre science centre europei collaborano strettamente con le università per creare tre Open Nano Lab, laboratori di ricerca aperti al pubblico, e tre Nano Researcher Live areas, aree di temporanee di incontro con i ricercatori. Gli Open Nano Lab vengono aperti a Monaco, Milano e Göteborg, mentre le aree di incontro a Mechelen, Tartu e Napoli.

 

La creazione di un contatto diretto tra pubblico e ricercatori genera un’interazione bidirezionale che elimina l’approccio “top-down” (dall’alto verso il basso) che spesso contraddistingue la comunicazione della scienza. Per preparare i giovani ricercatori ad utilizzare questo nuovo metodo di comunicazione, il progetto prevede una forte componente di formazione.

 

All’interno del progetto il Museo è responsabile della formazione dei ricercatori non solo milanesi ma di tutti i partner europei. La formazione ha come obiettivo quello di migliorare la comunicazione tra ricercatori e pubblico e favorire uno scambio col pubblico non specializzato.

 

 

I campi di applicazione della ricerca sulle nanotecnologie sono molto vasti e diversificati.

 

Nell’Open Nano Lab realizzato all’interno del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia i ricercatori del CIMAINA studiano le proprietà di alcuni materiali nanostrutturati, come ad esempio il biossido di titanio e il carbonio, determinando quali reazioni elettrochimiche avvengono alla loro superficie e come questi processi sono influenzati dalla luce. Questi nanomateriali possono trovare applicazione in dispositivi di vario tipo: ad esempio in celle fotovoltaiche per la produzione di elettricità dalla luce solare, in supercapacitori per immagazzinare l’energia elettrica o in celle per la produzione o l’utilizzo di idrogeno.

 

 

Il laboratorio è fruibile dai visitatori negli orari di apertura del Museo

 

Maggiori informazioni sono disponibili all’indirizzo www.museoscienza.org

 

ire il testo...

Credits

A cura di Loredana Rotundo
Regia di Diego Marras

IL CHIODO FISSO DI GIUGNO E'

Rifiuti

Per tutto il mese di giugno, dal cassonetto all’inceneritore, dalla discarica al compostaggio e al riciclo, le storie dei nostri scarti quotidiani intorno a cui ruotano le preoccupazioni ma anche l'impegno di chimici, educatori ambientali, naturalisti e semplici cittadini organizzati in difesa del territorio....E qualche incursione nei mondi
dell'arte e della narrativa

rifiuti
Dal 1°giugno alle 10.50 su Radio 3
Scrivete le vostre storie a chiodofisso@rai.it

il chiodo fisso di maggio è

Librai

Dal 1° maggio i librai raccontano le loro vite trascorse tra i libri  inventando mille modi per promuovere la lettura: dalla storica Libreria delle Donne di Milano alla libreria più lunga del mondo di Rocco Pinto a Torino fino  alle vivaci librerie di provincia.


Dal  1° maggio alle 10.50 su radio3
scrivete le vostre storie a chiodofisso@rai.it

Link



PROVA

Cosimo Semeraro. Associazione 12 giugno

Jabil

Riascolta

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key