Radio3

Contenuti della pagina

Sotto la lente: Rossini "serio"

slcontent

 

Sotto la lente di oggi il Rossini “serio” e quale migliore interlocutore del Maestro Roberto Abbado? Per affrontare l’approfondimento su questa produzione rossiniana, Oreste Bossini lo ha avuto ospite in studio approfittando della sua presenza a Roma per le prove del Maometto II, in scena al Teatro dell’Opera dal 28 marzo all’8 aprile, con la regia di Pierluigi Pizzi (con il quale aveva già formato un’applaudita coppia per l’allestimento di Gioconda).

 

Nato da una famiglia di musicisti, Roberto Abbado ha studiato direzione d’orchestra con Franco Ferrara presso il Teatro La Fenice di Venezia e l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma. È stato direttore d’orchestra principale della Münchner Rundfunkorchester ed è salito inoltre sul podio della Royal Concertgebouw, dell’Orchestre National de France, dell’Orchestre de Paris, della Dresden Staatskapelle, della Gewandhaus Orchester Leipzig, della Israel Philharmonic, per nominarne solo alcune.

In Italia è impegnato principalmente con le Orchestre del Teatro alla Scala, del Maggio Musicale Fiorentino, dell’Orchestra Nazionale della Rai e dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Molto richiesto negli Stati Uniti, vi ha debuttato nel 1991 con la Orchestra of St. Luke’s al Lincoln Center di New York. Attualmente collabora principalmente con la St. Paul Chamber Orchestra, dove ricopre anche il ruolo di Artistic Partner. Dirige inoltre regolarmente le orchestre di Boston, Philadelphia, Chicago, Atlanta, St. Louis, San Francisco e Houston.

Attivo anche sul versante operistico, ha diretto numerose produzioni e prime rappresentazioni assolute in alcuni fra i più prestigiosi teatri del mondo. Fra gli impegni più importanti si segnalano La Gioconda e Lucia di Lammermoor al Teatro alla Scala, I Vespri Siciliani alla Wiener Staatsoper, L’amore delle tre melarance, Aida e La traviata alla Bayerische Staatsoper di Monaco, Le Comte Ory, Attila, I Lombardi alla prima crociata e Phaedra di Henze al Maggio Musicale Fiorentino, Simon Boccanegra e La clemenza di Tito al Teatro Regio di Torino, La donna del lago all’Opéra de Paris, Fedora al Metropolitan di New York, Ermione e Zelmira al Rossini Opera Festival di Pesaro. Riconosciuto a livello internazionale come uno dei maggiori interpreti della musica moderna e contemporanea, ha diretto frequentemente pagine musicali del ventesimo secolo di compositori quali Luciano Berio, Salvatore Sciarrino, Luca Francesconi, Fabio Vacchi (del quale ha diretto la prima rappresentazione assoluta di Teneke al Teatro alla Scala nel 2007), Pascal Dusapin, Henri Dutilleux, Olivier Messiaen, Alfred Schnittke, Hans Werner Henze, John Adams.

 

 Nel 2008 ha vinto il premio “Franco Abbiati”, assegnatogli dall’Associazione Nazionale Critici Musicali Italiani, come “Direttore d’orchestra dell’anno”.

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key