Radio3

Contenuti della pagina

La promessa dell'hi-tech

12/03/2014

slcontent

Ha solo sette milioni di abitanti, ma viene subito dopo gli Usa e la Cina per numero di aziende quotate al Nasdaq, l’indice dei titoli tecnologici di Wall Street. Anche Israele ha la sua silicon valley, e un fiorire di nuove aziende che attraggono investimenti come in California. Un paese che punta tutto sull’innovazione tecnologica, come ci racconta  Saul Singer, autore insieme a Dan Senor del libro Start-up nation. Lo testimonia anche la storia di Intel Israele, dove sono nati molti dei microchip dei computer, come raccontano Shmuel Eden, presidente di Intel Israel e Shlomit Weiss, a capo del Client microprocessor product group. Ma l’innovazione potrebbe cambiare le cose anche nei territori palestinesi, come spiega Mohammed Musleh, dell’associazione PITA di Ramallah, che raccoglie le aziende tecnologiche palestinesi.

Al microfono Marco Motta

Credits

A cura di Rossella Panarese
In regia Costanza Confessore
In redazione Paolo Conte, Matteo De Giuli, Roberta Fulci, Marco Motta

SOCIAL


 

RSS

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key