Radio3

Contenuti della pagina

Leggere la Bibbia

slcontent

Perché Adamo non è cominciato da piccolo?
I bambini di fronte alla Bibbia
con Giusi Quarenghi e Michele Ferri
Domenica 26 dicembre 2010

 

Poiché è vero, in un certo senso, che Natale è la festa dei bambini – è la nascita di un neonato, che, dopotutto, dopo duemila anni si continua a ricordare – continuiamo la nostra lettura della Bibbia chiedendoci come farla leggere ai bambini. Tante volte abbiamo parlato della religione insegnata ai bambini,e dei rischi che si corrono nel voler fare “dottrina” ai bambini. Ma un libro, uscito da poco, Io ti domando, di Giusi Quarenghi,  sembra ovviare a due pericoli: il primo, cioè quello di non far percepire che in una scrittura “sacra” passa un contenuto del tutto particolare, che è la “fiducia” che “in ognuno di noi c’è qualcosa di più grande di noi”; il secondo, quello di farne una dottrina arida, avulsa dalla bellezza del racconto e dalla libertà dell’interpretazione. 
Il libro è costruito per capitoli che corrispondo ciascuno a un “volto” di Dio (il Dio di Adamo ed Eva, il Dio di Giacobbe Lia e Rachele, ecc.). Ogni capitolo è introdotto da una breve narrazione, seguita da “domande di un lettore bambino” e semplici risposte, aperte ad altre domande. Parte integrante del libro sono le illustrazioni di Michele Ferri, splendido disegnatore per l’infanzia.
Un altro buon esempio di narrazione biblica per l’infanzia è dato da L’arca parte alle otto, di Ulrich Hub e Jorg Muhle (Rizzoli),  in cui il racconto biblico del diluvio e dell’arca lascia spazio a una sorta di midrash: una fiaba con semplici ma profondi contenuti teologici!

 

Ascolto Musicale
Benjamin Britten, Noye's Fludde, Il Diluvio di Noè - ed. LONDON

 

Suggerimenti di lettura
Giusi Quarenghi, Io ti domando, Storie dell’Antico Testamento,  Illustrazioni di Michele Ferri,
premessa di Paolo De Benedetti,  Rizzoli 2010
Giusi Quarenghi, Salmi per voce di bambino, San Paolo ed.2007 
Ulrich Hub e Jorg Muhle, L’arca parte alle otto,  Rizzoli 2010
Tommaso D'Incalci, L'Arca di Noè, Claudiana 2010
Kees De Kort,  Chicchi di grano dalla Bibbia  Editore Società Biblica Britannica 1996 
 

                                                                    

Parole
Parlando di dio si parla di quel nome che è come un nome proprio
e che, tuttavia, non è un nome proprio,
perché non nomina qualcuno che sta da qualche parte
e ha caratteristiche proprie.
Dio indica piuttosto la possibilità che ci sia per noi,
sia collettivamente sia singolarmente,
qualcosa di più grande di noi, che chiama in causa cielo e terra.
Jean-Luc Nancy                                                                                


 

Dire Dio, per dire che in noi, in ognuno di noi, c’è qualcosa di più grande di noi,                 
che chiama in causa cielo e terra.
                                               Giusi Quarenghi

Il mondo è troppo complesso e interessante perché un modo solo di conoscerlo possa contenere tutte le risposte.
Stephen Jay Gould

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key