Radio3

Contenuti della pagina

Lettere dal 18 al 23 dicembre

slcontent

Grazie per la bellissima trasmissione e grazie a Paolo De Benedetti per le sue bellissime parole sugli animali e, nelle ultime puntate, sull'alfabeto ebraico... Grazie per la ricchezza di spunti che ci avete offerto e per l'averci permesso uno sguardo al gran mare della cultura ebraica, acqua profonda e poco conosciuta che irriga i deserti del nostro mondo. Scopro riscrivendovi che sono passati, ahimè, vari anni ma sono sempre un vostro  fedele ascolatatore.
Cari auguri di Buon Natale 
Francesco Stevanato
_______________________________________________________________________________________________________________________

... Infatti c'è un bellissimo racconto di fantascienza di Anthony Boucher, uno dei maestri del genere, in cui al posto dell'asina c'è un muletto, una jeep, e il sacerdote chiamato a maledire gli alieni contro cui i terrestri combattono apre gli occhi sul fatto che 'loro' sono i veri uomini, adatti a vivere sul pianeta che i terrestri vorrebbero conquistare, proprio dopo il terzo guasto della sua auto...un saluto e complimenti da un'affezionata ascoltatrice
Sabrina da Torino
________________________________________________________________________________________________________________________
Vi  ringrazio per la  trasmissione che trovo illuminante. Vorrei ringraziare anche tutti gli  ospiti,in particolare Paolo De Benedetti al quale sono affezionata. I suoi discorsi sono interessanti e profondi,ma la cosa che mi piace maggiormente è l'amore che traspare dalle sue parole per le piccole creature che secondo me sono sempre state disprezzate sia dal cattolicesimo che dall'ebraismo:gli animali. E' commovente sentirlo parlare di loro con tanto affetto,non capita spesso,purtroppo...
Grazie ancora e cari saluti affettuosi anche a De Benedetti 
M.Grazia
________________________________________________________________________________________________________________________
Grazie per la puntata di ieri su Bonhoeffer;lo scorso marzo il gruppo Solidarietà ha festeggiato il trentennale di attività e abbiamo aperto la ns. introduzione proprio con lo "sguardo dal basso".
Un caro saluto
Fabio
________________________________________________________________________________________________________________________
Gentile redazione,
sono un assiduo ascoltatore. Oggi ho notato che De Benedetti ha tenuto a specificare  per la prima partenza che si trattava di un'asina, illustrando tutte le relative valenze, mentre la seconda partenza ha detto un'asino o un'asina non importa. Mi è sembrata una contraddizione, ma credo di essere io a non aver compreso bene la storia.
Grazie  e buone feste
Giuseppe Zanecchia
____________________________________________________________________________________________________________________________
Grazie per le meravigliose parole di Paolo Debenedetti e per la cara Gabriella ai quali dedico questo piccolo pensiero.
… e l’asina disse 
 Fammi essere l’asina, Signore!
 L’asina che ti vide in armi,
pronto a rapire l’amato
che da te osò deviare
subendone ira e bastone.
Sotto di lui accovacciata
in faccia al tuo splendore
pure riuscì a resisterti
per salvarne lo sguardo.
Fammi essere l’asina
di cui l’amato infine
per quanto duro di cuore
capì parole e intento
e poté riconoscerti.
Che io sia la tua asina
cui donasti intelletto
conoscenza e parola
sì che muta ristette.
Con affetto da parte di una vecchia e costante ascoltatrice
Patrizia Gallo
________________________________________________________________________________________________________________________

Gentile Redazione di "Uomini e Profeti",
complimenti e auguri a tutti. Desideravo porre l'attenzione su di un libro, recensito poco tempo fa da Paolo Mieli. S'intitola "Da Mosè al sionismo: una storia «inventata»". Scritto da Shlomo Sand, professore di storia a Tel Aviv mette in discussione la realtà storica di molto di quello che è successo al popolo ebreo prima dell'esilio a Babilonia e anche quasi tutto quello che è successo dopo la distruzione di Gerusalemme nel 70 d.C.Secondo me potrebbe essere un ottimo argomento per una puntata.
Rimando il link della recensione di Paolo Mieli.
http://archiviostorico.corriere.it/2010/ottobre/05/Mose_sionismo_una_storia_inventata_co_9_101005040.shtml.
Grazie e complimenti ancora.Giuseppe Brandmayr
Villafranca di Verona
_________________________________________________________________________________________________________________________

Ma che bello risentire Paolo De Benedetti!! Qui siamo contenti tutti,
anche la gatta...
Grazie
Alessandra Manzini da  Modena
__________________________________________________________________________________________________________________________

Gentilissimi,
ho un problema che vorrei risolvere con il vostro aiuto, per favore. Sto seguendo le letture ( lezioni ) bibliche domenicali.
A poco a poco è nato in me il desiderio di leggere anche il testo in ebraico. Come da vostra  indicazione iniziale, ho acquistato la Bibbia pubblicata dalle Edizioni Giuntina. Ora mi trovo in difficoltà nella scelta del dizionario ebraico/italiano - italiano/ebraico. Per favore, potreste indicarmi un dizionario adeguato a questo scopo?
Grazie.
Un carissimo saluto pieno di tanto affetto da una ascoltatrice fedelissima.
Lorena B.
_______________________________________________________________________________________________________________________

Sono una vostra assidua ascoltatrice, ormai da alcuni anni. Rispondendo alla sollecitazione, ascoltata nelle ultime trasmissioni, di ricevere, da parte di noi ascoltatori, un feedback circa le sempre rinnovate possibilità offerte dal vostro sito di mettere a disposizione, in mp3, puntate di archivio, relative ad anni precedenti, esprimo tutto il mio apprezzamento, consentendo tale modalità di recuperare significativi contributi, magari perduti nel corso del tempo. Mi auguro quindi che tale felice iniziativa prosegua, arricchendosi ulteriormente...
Ringraziandovi per il servizio di qualità che continuate ad offrire, rinnovo a tutta la redazione i più cari auguri per il Natale alle porte.  
Ilaria Delsere
_______________________________________________________________________________________________________________________

Gentile Gabriella Caramore,
chi ascolta la vostra lettura o legge nella Bibbia ( per es. nella mia Bibbia interconfessionale) tutto quello che è rivolto agli israeliti si può porre questo problema: sembra che il Signore chiami Mosè e gli comunichi una serie di dettagliate prescrizioni riguardo ai sacrifici, alle impurità ecc rivolte “ al popolo ”. Domanda. I sacrifici di cui poi seguono le descrizioni lì potevano fare anche le donne? Se sì perché non dirlo, se no, perché non sottolinearlo? Perché lei, quando ricapita (la Bibbia è piena di queste generalizzazioni) non può dire quello che riguarda un popolo tutto e quello che riguarda soltanto una parte del popolo per es soltanto i maschi ? Lei sa bene che in ascolto della sua trasmissione ci sono tante persone che come me non avevano mai letto la Bibbia e che devono essere guidate nell’ascolto. Alle donne erano permessi i sacrifici cruenti di animali? Erano permessi i sacrifici vegetali? Perché non spiegare le differenze? Non dico di entrare nel merito del perché certe cose erano permesse agli uomini e non alle donne, non è questo che intendo in questa sede, chiedo soltanto di spiegare cosa e a chi viene dal Signore raccomandato. Io dalla lettura e dall’ascolto non lo ho capito. Il Sacrificio per il Perdono era permesso alle donne? Si può specificare? Nella mia Bibbia c’è scritto che è permesso …ai figli di Aronne. Quasi sempre nella Bibbia figli comprende maschi e femmine e chi ascolta può pensare valga anche in questo caso, o qui figli significa soltanto figli maschi? Lei potrebbe spiegare cosa si intende in questo caso? Perché vi sembra scontato che si capisca? Molti versetti cominciano con “ Se uno…” ma quello che segue non capisco se si riferisce ad un generico uno che comprende anche una o solo al maschile. Se non ce lo dite come si capisce? ...

Matilde Baroni del gruppo “il sessismo nei linguaggi” di Pisa  ma scritto a titolo personale.
_______________________________________________________________________________________________________________________

Ascolto con attenzione la lettura della Bibbia. Mi piacerebbe ascoltare anche la lettura del Corano. Sarà possibile?
Grazie.
Laura


Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key