Radio3

Contenuti della pagina

Emilio Isgrò cancella Malaparte

slcontent

Dopo la grande retrospettiva al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci nel 2008, Emilio Isgrò ritorna a Prato. Sabato 17 maggio 2014, nella Notte dei Musei, l’artista ha inaugurato il suo ultimo progetto “Maledetti toscani, benedetti italiani”, cancellazione in tre tempi. Promosso dal Comune di Prato e realizzato dal Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, dal Museo di Palazzo Pretorio e dal Teatro Metastasio Stabile della Toscana, il progetto è un omaggio dell’artista siciliano al più toscano degli scrittori del Novecento: Curzio Malaparte.
Un nuovo ciclo di lavori sulle identità umane strettamente legato al Dichiaro di non essere Emilio Isgrò del 1971 che, in significativa coincidenza, sarà accolto negli stessi giorni dalla Galleria degli autoritratti agli Uffizi di Firenze.
Una cancellazione in tre tempi creata per Prato da vivere in luoghi diversi della città e realizzata nell’ambito della rassegna urbana “Prato contemporanea”, in occasione della Notte Europea dei Musei.

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key