Radio3

Contenuti della pagina

Leggere la Bibbia

slcontent

Primo Libro dei Re cap. 19-21
Una voce di silenzio sottile
con Piero Stefani
Domenica 29 maggio 2011


 

 

 

Nella puntata di oggi si va precisando la figura del profeta, che torna a far sentire la voce di Dio,  che evidentemente i re non sono in grado di ascoltare, precisando la loro funzione non solo religiosa, ma anche politica e sociale. Elia, in particolare, che diventerà una figura importantissima non solo nella tradizione ebraica, ma anche in quella cristiana, sarà protagonista di nuovi episodi, tra cui quello, divenuto straordinariamente celebre, in cui sul monte Oreb riceve una manifestazione del divino, non nel fragore con cui si era manifestata a Mosè, non nel vento, terremoto, nel fuoco con cui si era rivelata nell’episodio della competizione con Baal, ma in “una voce di silenzio sottile”. Che significato teologico può avere questa rivelazione silenziosa? Quale insegnamento per le comunità religiose, i templi, le chiese? Ne parliamo con il biblista  Piero Stefani, al quale sta particolarmente a cuore il rapporto tra Bibbia e politica.

 

 

Ascolto Musicale
Felix Mendelssohn Bartholdy, Elias, Oratorio sull' Antico Testamento, et. PHILIPS 

 

 

Suggerimenti di lettura
Piero Stefani Giuseppe Barbaglio, Davanti a Dio . Il cammino spirituale di Mosè, Elia e di Gesù, quaderni di Camaldoli n. 6
EDB 2001
Piero Stefani, Gli alberi si misero in cammino. Visioni bibliche  della politica , Cittadella 2011
Paulo Coelho, Monte Cinque, Bompiani 1998

 

 

 

Parole
Chi è profeta? Qualcuno che vede la gente com'è, e come dovrebbe essere. Qualcuno che è specchio del suo tempo, eppure vive al di fuori del tempo.
Un profeta è sempre sveglio, sempre vigile; non è mai indifferente, meno che mai all'ingiustizia, umana o divina, in qualunque momento o in qualunque luogo possa annidarsi. Messaggero di Dio presso l'uomo, a volte diventa messaggero dell'uomo presso Dio.
Inquieto, inquietante, aspetta sempre un segnale, un appello. Quando dorme, ode voci e segue visioni; i suoi sogni non gli appartengono.
Spesso perseguitato, sempre angosciato, è solo, anche quando si rivolge alle folle, quando parla con Dio o con se stesso, quando descrive il futuro o evoca il passato.
                                                                                                        Elie Wiesel

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key