Radio3

Contenuti della pagina

Leggere la Bibbia

slcontent

Cose antiche e cose nuove
Vangelo secondo Matteo. Introduzione
con Jean-Louis Ska
domenica 17 giugno 2012
                                                             El Greco, San Mateo




Nella storia cristiana si è spesso cercato di vedere nelle Scritture antiche una prefigurazione dell’evento Gesù; in realtà andrebbe fatto il processo inverso, e cioè cercare di capire come i Vangeli abbiano interpretato le Scritture, in vista di un “accredito” di Gesù come il messia atteso da Israele.
Per questo oggi spezziamo, provvisoriamente, la lettura del Vangelo di Marco, per una incursione in quello di Matteo. Scritto in un periodo più tardo, quando Gerusalemme era stata conquistata e il tempio distrutto, Matteo vuole raccontare la vicenda di Gesù per far percepire che non tutto è perduto per Israele, che Gesù è veramente il Messia annunciato nelle antiche Scritture, che non la “terra” conta, ma il regno dei cieli, cioè un regno in cui venga rispettata la giustizia e si pratichi l’amore verso il prossimo. È qui che vi sarà la spaccatura tra ebrei e cristiani, ed è qui che invece Matteo, privilegiando uno dei filoni della spiritualità ebraica, vede gli episodi della vita di Gesù come una reinterpretazione degli episodi chiave della vita di Israele. Il battesimo, le tentazioni nel deserto, la conversione al nuovo regno, quello dei cieli, dove la giustizia trionfa, sono, per Matteo, reinterpretazioni dell’esodo dall’Egitto, della traversata del deserto, della conquista della terra. Gesù come Giosuè dunque? In un certo senso sì, come ci spiega Jean Louis Ska, il teologo belga che ci aiuta a capire i nessi tra Antico e Nuovo Testamento.








Letteratura
Martin Buber, Storie e leggende chassidiche, ed. Mondadori 2008  (a cura di Andreina Lavagetto):
“Coloro che pregano e il Messia”
“Le lacrime di Esaù”



Suggerimenti di lettura

Jean Louis Ska, Cose nuove e cose antiche. Pagine scelte del Vangelo di Matteo, EDB 2004

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key