Radio3

Contenuti della pagina

02/06/2013 [leggi tutto]

slcontent

HUMAN MESH DANCE, Floating Point [Excerpt], da “Chronologi 12k: Year 1 - Year 4” - Instinct Records INS572

TAYLOR DEUPREE, #6, da “Occur” - 12k 12K1013

KOMET, Rausch, da “Rausch” - 12k 12K1010

SHUTTLE 358, Lyndon Tree, da “Frame” - 12k 12K1011

GHISLAIN POIRIER, Un pont entre deux rivières, da “Il n'y a pas de sud…” - 12k 12K1016

MOTION, Rose Coloured, da “Dust” - 12k 12K1019

CHRISTOPHER WILLITS: Lichen, da “Folding, And The Tea” - 12k 12K1021

SAWAKO, Incense Of Voice, da “Hum” - 12k 12K1035

PJUSK, Hul, da “Sart” - 12k 12K1042

GIUSEPPE IELASI, 04, da “August” - 12k 12K1044

AUTISTICI, 9v Tree Battery, da “Volume Objects” - 12k 12K1045

AMPLIFIER MACHINE, Up With The Curtain, Down With Yr Pants, da “Her Mouth Is An Outlaw” - 12k 12K1049

TOMASZ BEDNARCZYK, The Sketch, da “Let’s Make Better Mistakes Tomorrow” - 12K 12K1055

MURRALIN LANE, When I Told You, da “Our House Is On The Wall” - 12K 12K1061

GARETH DICKSON, Noon, da “Quite A Way Away” - 12k 12K1070

TAYLOR DEUPREE, Dreams Of Stairs, da “Faint” - 12k 12K1073

Credits

un programma di Pino Saulo
con Ghighi Di Paola, Giovanna Scandale e Antonia Tessitore

DOMENICA 23 NOVEMBRE 2014
BATTITI DAL VIVO
NILS WOGRAM'S ROOT 70
KAJA DRAKSLER



Doppio appuntamento con la musica dal vivo che ci conduce nel bel mezzo dell'edizione scorsa del festival di Brema Jazzhead!.

Due concerti registrati entrambi il 26 aprile 2014: il live del Nils Wogram's Root 70 & Strings - la formazione guidata dal trombonista tedesco qui ampliata con un trio d'archi - e a seguire l'intenso set proposto dalla pianista slovena Kaja Draksler.

SABATO 22 NOVEMBRE 2014
SPECIALE OGUN RECORDS



Con un'intervista a Hazel Miller, il contributo di Riccardo Bergerone e una testimonianza di Mike Cooper.

Fondata nel 1974 dal contrabbassista sudafricano Harry Miller e la compagna Hazel Miller, Ogun è l'etichetta discografica nata allo scopo di documentare la musica prodotta dall'incontro tra il Jazz sudafricano esiliato a Londra nei primi anni settanta e la crema del Jazz d'avanguardia britannico. A quarant'anni di distanza, grazie alla gestione diretta di Hazel Miller e nonostante la scomparsa di molti dei musicisti di riferimento, la Ogun continua nella sua impresa.

L'intervista è stata registrata presso Blutopia di Roma lo scorso 4 ottobre in una serata arricchita dalla mostra delle copertine dei dischi Ogun a cura di Fabrizio Spera e Roberto Corinaldesi.



Riascolta

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key