Radio3

Contenuti della pagina

dOCUMENTA 2012

slcontent
Inaugurata nel 1955 da Arnold Bode, la manifestazione è stata pensata all’inizio come un segno di rinascita in una città rasa al suolo nel secondo conflitto mondiale, in quanto sede principale della produzione bellica della Germania nazista.
Quest’anno la curatrice Carolyn Christov-Bakargiev, ha dato avvio alla manifestazione ben prima dell’ufficiale opening con una serie di pubblicazioni che, in modi diversi e coinvolgendo molte personalità non solo legate all’arte, raccontano la loro visione su di essa, ma affrontano anche temi disparati.
Per 100 giorni, oltre 160 artisti da 55 paesi, si riuniscono per presentare le loro opere, ma non solo, anche per esprimere le loro idee nei campi dell’arte, politica, letteratura, filosofia e scienza. aranno presenti con le loro opere  artisti residenti o in fuga da paesi come Vietnam, Cambogia, Afghanistan o Libano: luoghi in cui la popolazione sta vivendo quello che ha vissuto il popolo tedesco e l’Europa in generale, durante la seconda guerra mondiale.
Per presentare qesta tredicesima edizione, la curatrice ha scelto come atto simbolico la messa in posa di una scultura in bronzo in un parco nel centro di Kassel di Giuseppe Penone. L’opera ha la forma di un albero che sorregge una grande pietra (foto). Accanto a questa scultura, lo scorso ottobre, è stato piantato un piccolo albero che crescerà accanto alla scultura.
Sempre Penone, il 29 giugno, sarà protagonista di una performance, In Vino Veritas – A drunk Lesson, in cui si ubriacherà progressivamente raccontando pubblicamente le sue esperienze.
In una recente intervista rilasciata al Financial Times, Christov-Bakargiev ha sottolineato: "Il fatto è che non si tratta di una mostra d’arte. La cosa migliore che l’arte può fare è non dare certezza ma incertezza e porre domande – deve porre dei dubbi vertiginosi su cosa in effetti l’arte può essere. Credo che l’arte sia una forma di ricerca che ha una stretta relazione con la società. [...] Siamo tutti presenti nella posta elettronica ma in realtà non siamo collegati. C’è una globale precarietà".

Credits

Un programma a cura di Cettina Flaccavento
Conduce Elena del Drago

A3 su facebook




Riascolta

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key