Radio3

Contenuti della pagina

Precari - Il precariato è qualcosa che fa male

slcontent
Mi sono commossa alla puntata di oggi, pensavo a tutte quelle parole che dico e vorrei dire mantenendo la calma e trattenendo le lacrime. 
Il precariato, nel mondo dell'infanzia e della scuola è qualcosa che fa male, perchè oltre alle condizioni personali lavorative e frustranti, c'è un mondo di relazioni, con bambini e colleghi che prende il cuore e la testa e ogni anni ricomincia, ogni anno trattenendo il fiato e sperando di non "metterci troppo" a conoscersi e proporsi per quello che si fa e si fa bene.
Io precaria nella scuola, anche precaria nido, quest'anno ho sospeso le chiamate per supplenze al nido, non solo perchè le condizioni lavorative proposte dal comune di Bologna e consultabili nella formulazione della graduatoria e nelle modalità di chiamata supplenti, sono visibilmnete peggiorate, ma perchè non potevo sempre modificare la mia giornata in base alla chiamata dell'ultimo momento (e si possono solo dire tre no, poi si viene cancellati), perché c'è un modo a parte quello lavorativo che subisce scacchi continui e minaccie sociali: non ci si chiede perché ci siano famiglie che cadono a pezzi, pochi figli e gestione confusa di una generazione (quella dei bambini) non abituata alla frustrazione e al no?

Non so se è raccontabile lo stress che si vive durante le chiamate per le supplenze annuali, che sia comune che sia stato, l'ansia e i conti che costantemente si fanno rispetto ai posti annunciati, la revisione costante dei propri progetti di vita.
Precari però si resta e lo si rimane sempre anche per i colleghi, sempre gli ultimi arrivati....


Grazie, Debora


Anja Franceschetti

Credits

A cura di Loredana Rotundo
Regia di Diego Marras

IL CHIODO FISSO DI GIUGNO E'

Rifiuti

Per tutto il mese di giugno, dal cassonetto all’inceneritore, dalla discarica al compostaggio e al riciclo, le storie dei nostri scarti quotidiani intorno a cui ruotano le preoccupazioni ma anche l'impegno di chimici, educatori ambientali, naturalisti e semplici cittadini organizzati in difesa del territorio....E qualche incursione nei mondi
dell'arte e della narrativa

rifiuti
Dal 1°giugno alle 10.50 su Radio 3
Scrivete le vostre storie a chiodofisso@rai.it

il chiodo fisso di maggio è

Librai

Dal 1° maggio i librai raccontano le loro vite trascorse tra i libri  inventando mille modi per promuovere la lettura: dalla storica Libreria delle Donne di Milano alla libreria più lunga del mondo di Rocco Pinto a Torino fino  alle vivaci librerie di provincia.


Dal  1° maggio alle 10.50 su radio3
scrivete le vostre storie a chiodofisso@rai.it

Link



PROVA

Cosimo Semeraro. Associazione 12 giugno

Jabil

Riascolta

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key