Radio3

Contenuti della pagina

Ritratto di Sasha Walz

slcontent

                          Ritratto di Sasha Walz

walz In occasione del ritorno di Sasha Walz in Italia, nella rassegna di Roma Europa Festival abbiamo incontrato la brillante coreografa che dopo numerosi anni in questa occasione è tornata anche a danzare uno dei suoi primi lavori "Travelog", che ha riproposto proprio a Roma in questo appuntamento del Festival.
"Il corpo parla da sé, al di là delle astrattezze dei movimenti, del filo narrativo, della partitura musicale" reclama, ed è il suo manifesto. In Travelog: "In una cucina soggiorno due coppie e un individuo formano una comunità (alle Otto meno venti di sera), con vicende differenti che interagiscono, attorno a un tavolo. C'è dentro un'osservazione sociale, una ricerca sociologica. Calca molto l'accento sulla quotidianità. "I costumi non sono stilizzati, e tuttavia da una parvenza di realismo si scivola verso un'essenzialità che è surrealtà". 
l'Incontro con il percorso di un'artista che ha segnato una passaggio fondamentale dopo l'avvendo del teatro danza di Pina Baush. Da Travelog (1995) ad oggi ha conosciuto una trasformazione continua nel suo lavoro senza perdere originalità e densità di intenzione e una costante ricerca di interazione con la musica.

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key