Radio3

Contenuti della pagina

L’inarrestabile discesa

19/09/2014

slcontent

Sono più di mezzo milione in Italia, quasi 27 milioni in tutto il mondo. Ma il numero dei malati di Alzheimer è destinato a salire nei prossimi anni. Complice l’allungamento della vita media, perché il rischio di contrarre questa malattia degenerativa, dopo i 65 anni, cresce all’aumentare dell’età. Le sue cause ci sono ignote, non ci sono cure, ma gli studi proseguono. In vista della XXI Giornata Mondiale dell’Alzheimer del prossimo 21 settembre, facciamo il punto sulla nostra conoscenza di questo morbo col giornalista Stefano CiavattaArnaldo Benini, docente di neurochirurgia e neurologia all'Università di Zurigo, Giovanni Meli, ricercatore dell’Istituto europeo per la ricerca sul cervello (EBRI).

Al microfono Paolo Conte


::LINK

Stefano Ciavatta, I dannati dell'Alzheimer, un silenzio tutto italiano, pubblicato il 12/09/2014 su pagina99.it

Arnaldo Benini, La coscienza imperfetta. Le neuroscienze e il significato della vita (Garzanti 2012)
Arnaldo Benini, Onda mortale di Alzheimer, ilsole24ore del 13/07/2014
Arnaldo Benini, Vivere 120 anni in pessima salute, il sole 24 ore del 29/01/2012

Giovanni Meli, 
Beta Amiloide: studi conformazionali e targeting subcellulare, la ricerca condotta all'EBRI, coordinata dal Prof. Antonino Cattaneo. Ne parla anche un articolo apparso il 24/07/2014 su Wired.it a firma di Sandro Iannaccone: L'origine dell'Alzheimer svelata da una ricerca italiana e poi un articolo su La Stampahttp://www.lastampa.it/2014/07/23/scienza/alzheimer-studio-italiano-individua-lorigine-J1D1kcEl7Ha6bxkzDB8Z8O/pagina.html


Dal sito della Fondazione EBRI - sezione news:
http://www.ebri.it/index.php/it/news-uk2/173-individuata-l%E2%80%99origine-cellulare-di-conformazioni-tossiche-di-oligomeri-del-peptide-a%CE%B2-coinvolti-nella-patogenesi-della-malattia-di-alzheimer.html

Dal sito della rivista Nature Communications
http://www.nature.com/ncomms/2014/140527/ncomms4867/full/ncomms4867.html

Per il sito dell'AIMA (Associazione Italiana Malati di Alzheimer) qui, mentre le iniziative in Italia per il 21 settembre, Giornata Mondiale dell'Alzheimer, cliccare qui.

Il Rapporto Mondiale Alzheimer 2014, intitolato "Demenza e riduzione del rischio: analisi dei fattori di protezione modificabili" sarà disponibile a breve su 
www.alz.co.uk e www.alzheimer.it
I risultati dell’indagine sono disponibili su: www.bupa.com/dementia

 

 

 

Credits

A cura di Rossella Panarese
In regia Costanza Confessore
In redazione Paolo Conte, Matteo De Giuli, Roberta Fulci, Marco Motta

SOCIAL


 

RSS

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key