Radio3

Contenuti della pagina

Leggere la Bibbia

slcontent

Apocalisse
Cap. 15-22
“La nuova Gerusalemme”
con Salvatore Natoli




                            William Congdon, New York City (Explosion 2)







Con la visione di una città futura, in cui ogni lacrima sarà consolata, e “non vi sarà più maledizione”, e “non vi sarà più notte”, si chiude il libro dell’Apocalisse, e si chiude anche tutta la Bibbia cristiana (formata dalla Bibbia ebraica e dal Nuovo Testamento). Ma con questa visione termina anche la nostra lettura della Bibbia, iniziata nel gennaio 2010, anche se continueremo, sia nel corso dell’estate che nel corso del prossimo anno a fare delle incursioni in questo libro, come in altri testi fondativi delle culture e delle civiltà di tutti i popoli. Oggi con Salvatore Natoli ci chiederemo in particolare in che modo sia possibile leggere oggi queste visioni e questo senso di un tempo che ha una fine (e dunque anche un fine), anche in un confronto postumo con Sergio Quinzio, che ha dedicato particolare passione e studio a questo libro.

Dalla prossima settimana, sempre alle 9.30, vi riproponiamo alcune delle letture degli ani passati: cominciando con il Vangelo di Giovanni, con Paolo Ricca; proseguendo con La società degli amici, con Pier Cesare Bori, che ci ha lasciati lo scorso quattro novembre; e per concludere con i Vangeli apocrifi, presentati da Gaetano Lettieri.
Noi ci ritroveremo, in diretta, il 21 settembre. 


                                                       Buona estate da Uomini e Profeti



Suggerimenti di lettura:
Salvatore Natoli, Il crollo del mondo. Apocalisse ed escatologia, Morcelliana 2009
Sergio Quinzio, Un commento alla Bibbia Adelphi 1995


La luna è più pallida di un'attrice, e ti piange, New York;
cercando di vederti attraverso i ponti a brandelli,
e si china per udire il timbro falso
della tua voce troppo raffinata
i cui canti non si odono più!
(...)
Come sono state distrutte, come sono crollate,
quelle grandi e possenti torri di ghiaccio e d'acciaio,
fuse da quale terrore e da quale miracolo?
Quali fuochi, quali luci hanno smembrato,
nella collera bianca della loro accusa,
quelle torri d'argento e d'acciaio?
...
Le ceneri delle torri distrutte si mescolano ancora alle volute del fumo,
velando le tue esequie nella loro bruma;
e scrivono il tuo epitaffio di braci:
Questa fu una città
che si vestiva di biglietti di banca...
...era senza cuore come un taxi,
aveva occhi altocoturnati talvolta blu come il gin,
e li inchiodava, ogni giorno della sua vita
sul cuore dei suoi sei milioni di poveri.
Ora è morta nel terrore d'una improvvisa contemplazione,
annegata nelle acque del proprio pozzo avvelenato.
(1947)


da Thomas Merton, Immagini per un'apocalisse: Nelle rovine di New York in Poesie, Garzanti, Milano 1962




Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key