Radio3

Contenuti della pagina

Sotto la lente: Ernest Ansermet

slcontent

Sotto la lente di oggi la figura del direttore d'orchestra Ernest Ansermet (Vevey 1883 - Ginevra 1969) che la Decca celebra in un cofanetto di 32 cd dedicati al repertorio francese  con la "sua" orchestra, l'Orchestre de la Suisse Romande.
Nonostante fosse un contemporaneo di Furtwängler e Klemperer, Ansermet rappresenta, per molti versi, una tradizione interpretativa differente rispetto a questi musicisti. Egli iniziò come professore di matematica, iniziò a dirigere al Casinò di Montreux nel 1912, e dal 1915 al 1923 fu il direttore dei Balletti Russi di Diaghilev. Durante la prima guerra mondiale incontrò Stravinskij, in esilio in Svizzera, e da questo incontro iniziò il lungo sodalizio, durato tutta la vita, di Ansermet con la musica russa.

Nel 1918, Ansermet fondò la sua orchestra, l’Orchestre de la Suisse Romande e con essa girò l'intera Europa e l’America divenendo famoso per l'accuratezza delle sue esecuzioni di difficili opere moderne, realizzando delle prime esecuzioni di alcune opere di Stravinskij. Inoltre, fu uno dei primi direttori d'orchestra nel campo della musica classica, a prendere in seria considerazione la musica jazz tanto che nel 1919 scrisse un articolo lodando Sidney Bechet.

Dopo la seconda guerra mondiale, Ansermet e la sua orchestra giunsero ad un notevole successo internazionale attraverso un contratto di lunga durata con l'etichetta discografica Decca. Le sue interpretazioni erano universalmente riconosciute come estremamente chiare ed autorevoli, nonostante la sua orchestra non raggiungesse spesso i più alti standard internazionali e precisamente quelli di importanti specialisti del periodo come Pierre Monteux e Stravinskij stesso.

Ansermet ci ha lasciato diversi scritti, tra i quali il più dettagliato e completo è il vastissimo saggio “Les fondements de la musique dans la conscience humaine”. Il pensiero filosofico di Ernest Ansermet  è stato per lungo tempo ignorato e solo di recente i suoi scritti di filosofia della musica stanno ricevendo maggiori attenzioni.

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key